menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova Ztl e parcheggi blu in centro storico, la rabbia dei residenti: "Volete farci andare via?"

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei residenti del centro storico di Perugia che boccia in blocco la nuova Ztl e l'idea del Comune per i parcheggi

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei residenti del centro storico di Perugia che boccia in blocco la nuova Ztl e l'idea del Comune per i parcheggi.

***

Da giorni si  susseguono dichiarazioni sul futuro della zona Ztl e dei posti di piazza Italia. In questi giorni i vari comitati di residenti del centro storico (Abitare il centro di cui ne sono rappresentate ed altri ) si stanno mobilitando organizzando incontri tra loro per confrontarsi su quali mezzi adottare per evitare  una disfatta come quella proposta dall’assessore Casaioli. Con un cambio di giunta i residenti si aspettavano di essere maggiormente tutelati più di quanto non   erano stati prima, di certo non si aspettavano l’esatto contrario. Tutti sono d’accordo sul fatto che usare i posti dei residenti come merce di scambio nei confronti si Sipa sia davvero una follia. La già precaria situazione dei pochi residenti rischia di  mettere alla porta chi deve già giornalmente affrontare difficoltà enormi come quelle del parcheggio. Piazza Italia conta 25 posti. Davvero si pensa che 25 posti a pagamento sarebbero la soluzione per Perugia? Invece togliere 25 posti a famiglie anche con figli piccoli o anziani  significherebbe condannare 25 famiglie all’abbandono del centro. Li la gente ci abita veramente non necessita di un posto per fare shopping. Perugia è stata città fiorente molto più di ora quando vi erano restrizioni ben più nette , la colpa non è di chi la città la vive invitiamo la Casaioli a cercare al dilà di questo le motivazioni di una Perugia decaduta. Da 2 anni a questa parte via Bonazzi si è totalmente spopolata di esercenti, questo è colpa dei residenti?

In merito alla ZTL per i residenti è come se non esistesse già. Non è difficile comprendere che chi abita in centro  la mattina esce dall’acropoli per lavoro e ne fà rientro solo la  sera. Essendo il varco aperto dalle 13:00 chi rientra dal lavoro quasi mai trova i suoi spazi liberi in quanto  occupati da chi non ha permesso ma che sale tranquillamente in centro perchè la ztl è aperta. Di fondo la mattina rimane chiusa solo per limitare gli accessi dei dipendenti pubblici e di chi ci lavora che invaderebbe letteralmente l’acropoli. Provate poi ad immaginare cosa accadrebbe spostando la ztl all’inizio di  via  Baglioni.  Piazza Italia non diventerebbe altro che una gigantesca rotatoria presa d’assalto con la chimera di trovare parcheggio in piazza Italia.

I residenti fino ad oggi hanno sempre collaborato con questa nuova amministrazione ma questa idea sembra surreale, sicuramente la soluzione và cercata altrove. Abbiamo da tempo evidenziato che ci sono posti riservati a utenze di Regione, Provincia, Giudici di pace e altri che non vengono utilizzati intanto si recuperassero quelli. L’opinione pubblica è che in centro non ci debba abitare nessuno ma cosi facendo si avrebbe un vero e proprio centro commerciale. Certi che questa sia una mossa spinta dai commercianti, ma lucrare sulla pelle di chi ci abita ci sembra eccessivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento