Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza a Fontivegge, la Cgil boccia il connubio "esercito-ordinanze" e lancia un forum anti-povertà e inclusione sociale

Scarpelli (Cgil): "Sindaco apra un'agorà con forze dell'ordine, volontariato e organizzazioni sociali"

Sulla sicurezza di Fontivegge la Cgil, tramite Vanda Scarpelli, lancia un appello proposta al sindaco di Perugia Andrea Romizi visto “il perdurare degli episodi di violenza nel quartiere”. Ma prima la segretaria della Camera di Lavoro di Perugia si toglie qualche sassolino bocciando sia il contributo dell’esercito -  “non ha portato i risultati a attesi” – che la strategia dei controlli amministrativi dell’amministrazione comunale – “non bastano le pur importanti azioni di controllo del territorio fatte dalla polizia locale, le ordinanze di divieto di somministrazione di alcolici” -.

Per la Cgil dunque non basta “prevenzione e repressione dei reati” ma si deve estendere il piano “ad una riqualificazione con interventi contro la marginalità e l’esclusione sociale” il tutto serve “per aggredire la povertà e aumentare il livello di coesione e di solidarietà sociale”. Infine l’appello al sindaco Romizi: “Vogliamo quindi lanciare un appello al sindaco di Perugia – conclude Scarpelli -: si apra al più presto un forum tra soggetti diversi per arrivare ad un patto per promuovere maggiore sicurezza e maggiore vivibilità nella nostra città. Noi siamo pronti a fare la nostra parte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza a Fontivegge, la Cgil boccia il connubio "esercito-ordinanze" e lancia un forum anti-povertà e inclusione sociale

PerugiaToday è in caricamento