Cronaca

"Odia gli sbirri..." "Le caserme si incendiano...": chiesto l'intervento della Giunta per cancellare le scritte choc

Sono comparse nell'area dell'Acquedotto e della Conca. La rabbia dei residenti e l'intervento di Fratelli d'Italia

"Ama il tuo quartiere e odia la polizia". "Le caserme si incendiano e gli sbirri si ammazzano". Sono la trascrizioni di due scritte che sono comparse nell'area dell'acquedotto di Perugia. Ce ne sono anche altre, ma queste in particolare hanno attirato l'attenzione di alcuni residenti che si sono rivolti al comune per cancellarle quanto prima in quanto gravemente offensive nei confronti delle forze dell'ordine, in particolare della Polizia.

Diverse segnalazioni sono arrivate anche al Comune tanto che il gruppo comunale di Fratelli d'Italia ha fato richiesta immediata alla Giunta di intervenire per cancellarle quanto prima: "Le espressioni denigratorie rivolte nei confronti di due istituzioni importanti e vicine ai cittadini come la Polizia di Stato e la Chiesa non rispecchiano il grado di civiltà di Perugia e contrastano con la sua cultura del rispetto". Altre scritte, stavolta contro la Chiesa, sono comparse nell'area della Conca. 

IMG_20210513_161635-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Odia gli sbirri..." "Le caserme si incendiano...": chiesto l'intervento della Giunta per cancellare le scritte choc

PerugiaToday è in caricamento