menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strisce blu: verso la via del ricorso, ma Comuni e Vigili rivendicano le multe

Le ipotesi si accavallano e niente sembra ancora essere certo. La situazione appare nebulosa anche a Perugia, dove l'Amministrazione non ha ancora preso una posizione ben precisa

La bomba è stata ormai innescata e la protesta da parte di chi si è visto recapitare una multa per aver parcheggiato sulle strisce blu e sforare le ore pagate è diventato una vera e propria battaglia da portare avanti senza sé e senza ma.

A cercare di prendere una posizione ben precisa è stato il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Maurizio Lupi: “Se ho pagato la sosta del pedaggio a pagamento e alla scadenza di questa sosta sto dieci minuti in più non posso ricevere la multa per sosta senza pagamento, ma dovrò completare il pagamento per la differenza tra la sosta che ho pagato e il tempo che sono rimasto senza pagare”. L'interpretazione della norma, a detta di Lupi, è infatti molto chiara e quindi “per noi il caso è chiuso. Mi auguro che per una volta non si complichi la vita ai cittadini e le amministrazioni pubbliche facciano il loro dovere”.

Ma il Codacons non ci sta e chiede chiarimenti: “Dove vanno a finire le multe nulle date negli ultimi 60 giorni, ossia quelle che l'automobilista può ancora far annullare presentando ricorso al prefetto o al giudice di pace e che fine fanno i soldi indebitamente incassati dai comuni in tutti questi anni?”.

Domande che si accavallano l’una sopra l’altra e che fanno presumere la possibilità del ricorso certo. Ma a scendere in campo è anche l'Associazione dei comuni italiani ritenendo che la norma in vigore sia invece ben chiara, così come le sanzioni: “Se la sosta avviene omettendo l'acquisto del ticket orario, si deve necessariamente applicare la sanzione prevista dal Codice della Strada; se invece la sosta si protrae oltre l'orario per cui è stata pagata la tariffa dovuta, si applicherà la multa prevista dal regolamento comunale”.

Quindi non è ancora ben chiaro come si possa procedere. E nel Comune Perugia è ovvio che la situazione rimane altrettanto nebulosa. Unica domanda è questa: “Chi spenderebbe 37 euro per far ricorso a un giudice di Pace perdere una mattinata e poi vedersi togliere una multa di 40 euro?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento