Muore in ospedale a Perugia dopo l'intervento, indagati undici medici per omicidio colposo

Il pubblico ministero ha disposto l'autopsia per stabilire le cause della morte dell'uomo

Complicazioni dopo un intervento al polmone. Sono queste le cause della morte di un paziente nel reparto di Rianimazione del Santa Maria della Misericordia di Perugia e sulle quali la procura di Perugia ha aperto un’indagine, dopo la denuncia dei familiari.

L’uomo era stato operato nel Reparto di chirurgia toracica ed era deceduto il 7 gennaio scorso. I responsabili del reparto di chirurgia avevano chiesto degli accertamenti medici e i familiari si erano domandati il perché di un’autopsia in ospedale. Tanto da chiedere alla procura di svolgere accertamenti. Da qui gli avvisi di garanzia ad undici tra medici chirurghi e anestesisti per concorso in omicidio colposo e la nomina di periti e consulenti (Mauro Bacci, Sergio Scalise, Antonio Galzerano e Luca Lalli).

Il pubblico ministero Valentina Manuali ha incarica il dottor Luca Pistolesi dell’Istituto di medicina legale di Perugia di svolgere tutti gli accertamenti medici del caso per stabilire le condizioni del paziente e le cause della morte.

Gli indagati sono difesi dagli avvocati Maria Mezzasoma, Giancarlo Viti, Giovanni Zurino, Giuseppe Caforio, e Alfredo Rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento