menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendi nella notte, il giudice convalida l'arresto in carcere per la presunta piromane

Una ragazza in manette dopo l'episodio dei cassonetti in fiamme in via Gallenga. Era già stata denunciata per la auto incendiate a Fontivegge

Il giudice per le indagini preliminari Natalia Giubilei non fa sconti e convalida, con la misura della detenzione in carcere, l’arresto della donna fermata l’altra sera dalla Polizia dopo l’incendio di alcuni cassonetti in via Gallenga.

La donna, difesa dagli avvocati Stefano Di Fiore e Ilaria Iannucci, era già stata indagata a piede libero per analoghi episodi avvenuti nella zona di Fontivegge, dove ad essere incendiate erano state alcune autovetture.

Come per i casi di Fontivegge, anche per quello del cassonetto dell’altra sera, ci sono testimoni oculari che avrebbero riconosciuto nella giovane la persona che avrebbe appiccato il fuoco.

La donna si è difesa negando qualsiasi suo coinvolgimento, affermando di trovarsi nella zona di via Gallenga (d’altronde gli agenti l’hanno fermata proprio vicino al luogo dell’incendio), ma assicurando di non aver nulla a che fare con i cassonetti in fiamme.

Il giudice, però, non le ha creduto e ha convalidato l’arresto, disponendo la misura in carcere, particolarmente dura, visto che la giovane è ad oggi ancora incensurata.

I due difensori hanno annunciato ricorso al Riesame contro la misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento