rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Ordinanza anti-alcol a Gualdo Tadino, i baristi chiuderanno stasera i locali per "riunione"

L'ordinanza anti-alcol in centro storico del sindaco di Gualdo Tadino - divieto di distribuire e vendere super-alcolici dalle 21, niente bicchieri e bottiglie ai tavoli esterni, musica stop alle 24 e chiusura attività alle 1 - sta sollevando una reazione da parte dei bar e pub dell'acropoli a cui nel pomeriggio è stata notificata l'ordinanza. Gli esercenti hanno deciso una serrata alle ore 21 per dare vita ad una riunione di categoria per analizzare e fare un documento di contestazione all'ordinanza.

Il disappunto è su 4 punti: il primo, che l'ordinanza riguarda solo il centro e non tutto il comune; secondo aspetto è quello dei mancati controlli capillari che avrebbero colpito chi non sta alle regole e non tutta la categoria; infine le 21 come limite massimo per servire agli adulti un grappino. La questione musica entro le 24 rischia di far saltare i live considerati non più economicamente sostenibili. 

C'è un giallo in atto: i ristoranti sono fuori dalle nuove normative? Ovvero possono servire un grappino o un amaro post cena dopo le 21? Possono servire vino e birra in bottiglia ai tavoli esterni? Secondo alcuni esercenti non sarebbe stato a loro notificata l'ordinanza. Si attendono chiarimenti ufficiali. 

AGGIORNAMENTO - ORE 20 - Alcuni ristoratori tra l'Hosteria Baccus, uno dei locali storici, ha confermato di aver ricevuto la notizia dell'ordinanza. Quindi nrmative anti-alcol anche per i ristoranti del centro storico

AGGIRNAMENTO - ORE 21 - E' durato un pomeriggio la minaccia di una serrata dei bar del centro storico dopo la notifica delle ristrettissima ordinanza anti-alcol emessa dal sindaco Massimiliano Presciutti. A Gualdo Tadino, dopo la tensione, ora è il tempo della trattativa. Infatti il primo cittadino di Gualdo  - secondo un portavoce degli esercenti che ha informato Perugiatoday.it - ha convocato un tavolo domani mattina nella sala Giunta alle ore 10. Obiettivo: il confronto tra le parti per trovare i giusti correttivi buoni sia per arginare il dramma alcol tra i minori e gli atti vandalici che permettere ai locali del centro di vivere e poter lavorare dignitoramente e secondo le regole. Gli esercenti hanno dunque sospeso la prostesta ma sono pronti a riprederla se la trattativa con il Comune salterà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza anti-alcol a Gualdo Tadino, i baristi chiuderanno stasera i locali per "riunione"

PerugiaToday è in caricamento