menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Folle notte a Perugia, guerriglia tra "clan" a colpi di coltello e spranghe: tutti assolti

Negli scontri fu accoltellato un tunisino che poi si è salvato dopo una lunga degenza in ospedale. Sono stati assolti gli albanesi accusati di tentato omicidio

L’8 maggio 2012 il centro storico di Perugia fu teatro di una vera e propria guerriglia “tra bande” di albanesi contro tunisini, che si sfidarono a colpi di spranghe e bottigliate. La violenza aggressione degenerò, ci furono danneggiamenti alle macchine delle forze dell’ordine e vetrine dei negozi spaccati. Negli scontri fu accoltellato un tunisino che poi si è salvato dopo una lunga degenza in ospedale. Forse un regolamento dei conti tra bande di stranieri, legati al mondo della droga. 

Centro: accoltellato tunisino, spari e scenario da guerriglia

Davanti al collegio, presieduto da Gaetano Mautone, quattro albanesi accusati di tentato omicidio, sono stati assolti per non aver commesso il fatto. Il pm Giuseppe Petrazzini, aveva chiesto per gli imputati  condanne dai sette ai nove anni di reclusione, ma dopo quattro di distanza, alcuni dei presunti autori di quella folle notte, sono stati assolti dalle accuse. Dalle immagini di videosorveglianza, non si riuscì a risalire agli autori del tentato omicidio, la vittima dell'accoltellamento inoltre, fornì spesso dichiarazioni contrastanti. 

Guerriglia in centro, clan pronti ad uccidere: trovato coltello

Il parapiglia sarebbe avvenuto dietro il Duomo nei pressi di Piazza Danti, dove è stato ferito il magrebino colpito da arma da taglio. Grande paura tra i cittadini e giovani studenti che dopo aver udito uno sparo a salve, si barricarono in alcuni bar del centro storico. Poi la confusione si  spostò su Corso Vannucci, quando i complici del ferito inseguono l'uomo che ferì compagno, con secchi di immondizia rovesciati e alcune vetrine danneggiate.

Chiuso il cerchio sulla guerriglia in centro storico nel 2012: presi i capi-clan latitanti

Da quel preciso momento, qualcosa cambiò. Per garantire una più diffusa e capillare sicurezza, venne istituito il posto fisso di polizia in centro storico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento