menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raggira l'autista e si impossessa di una borsa lasciata sul bus: arrestato per furto e ricettazione

L'uomo ha convinto il conducente di essere il compagno della proprietaria della borsetta. Fermato dalla Polizia: aveva con sé trucchi, una prepagata e orecchini

Tenta di raggirare un autista di autobus per impossessarsi di una borsa dimenticata sul mezzo, ma finisce in manette.

Agenti della Squadra Volante della Questura di Perugia sono intervenuti presso il capolinea autobus dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, su segnalazione di un autista di linea per la presenza di un cittadino extracomunitario in possesso di una borsa di proprietà di una signora che l'aveva dimenticata poco prima.

La borsa era stata consegnata all'autista da un passeggero, ma lo straniero, avendo assistito alla scena, si era presentato poco dopo, dicendo di essere il compagno della donna e di essere andato lì per ritirarla e riconsegnarla alla fidanzata.

L’autista aveva creduto alle parole dell’uomo e consegnato la borsa, ma appena ripartito dal capolinea dell'ospedale, riceveva una telefonata dall'azienda di trasporti con cui gli veniva comunicato che una signora aveva denunciato lo smarrimento della borsa. Alla richiesta di chiarimenti su un eventuale fidanzata mandato a riprendere l'oggetto, riceveva una risposta negativa.

L’autista chiamava così la Polizia segnalando l'avvenuto e fornendo una descrizione dell'uomo. Essendo a fine turno, inoltre, si portava con la sua auto nel piazzale dell’ospedale Santa Maria della Misericordia e indicava agli agenti il cittadino extracomunitario autore del raggiro seduto all’interno di un altro autobus.

I poliziotti, saliti sul bus, identificavano l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, come un cittadino tunisino di 30 anni, senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale, disoccupato e con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e per porto di oggetti atti ad offendere. Lo straniero risultava inottemperante ad un ordine del Questore di Perugia emesso a settembre.

Nel corso della perquisizione è stato trovato in possesso di oggetti ed effetti personali, svariati dei quali da donna come ad esempio trucchi da maquillage, una carta di credito prepagata, un paio di orecchini da donna, un coltello multiuso nascosto all’interno di una tasca dei pantaloni e di una somma di denaro di 100 euro, nascosti all’interno di una scarpa, sotto la soletta. La borsa della donna era abbandonata poco distante, in mezzo alle sterpaglie.

L'uomo è stato arrestato e condotto al carcere di Capanne con l'accusa di furto aggravato e ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento