menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pantalla, arrestato in un lampo: tenta un furto in un bar ma lascia troppi indizi

E' finito subito in manette un ragazzo di 28 anni che ha tentato di rubare in un bar di Pantalla (frazione di Todi). L'uomo è stato individuato grazie a un'impronta e al sistema di videosorveglianza

Credeva di farla franca, ma aveva lasciato troppi indizi in giro. A partire da quella impronta trovata sul pavimento e che combaciava a perfezione con la suola della sua scarpa antinfortunistica. A finire in manette un marocchino di 28 anni, E.F. E.H. queste le iniziali, arrestato dai carabinieri di Todi per un furto ai danni di un bar di Pantalla.

L’uomo avrebbe prima rubato le chiavi al titolare poco prima della chiusura serale, fingendosi un normale avventore, poi nel corso della notte successiva si sarebbe introdotto nel locale, rubando il fondo cassa di 300 euro e tentando di forzare slot machine, presenti nel locale adiacente.

Individuato in poco tempo, anche grazie al sistema di sicurezza, è stato prelevato dalla sua abitazione, dove i carabinieri hanno trovato  le chiavi della porta del bar e dei video giochi, che ancora teneva nelle tasche dei pantaloni, visibilmente uguali a quelli indossati dal soggetto ripreso dalle telecamere, parte del denaro asportato, altro abbigliamento indossato dal ladro al momento del furto, due cacciaviti multiuso ed un seghetto manuale per materiale ferroso come quelli usati nell’azione delittuosa.

L’ARRESTO – Dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza, nella mattinata di oggi, 23 gennaio, è stato condotto dinanzi al Giudice Monocratico del Tribunale di Spoleto. L’Autorità Giudiziaria, convalidato l’arresto e disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari, ha rinviato l’udienza con rito direttissimo al 25 febbraio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento