Sanità d'eccellenza, impiantata protesi speciale su una donna di 87 anni con un intervento multidisciplinare al Santa Maria della Misericordia

La paziente è stata seguita dal personale di Ortopedia, ma sono intervenuti anestesisti, nefrologi ed epatologi. La protesi fatta venire dalla Germania. I ringraziamenti dei familiari

Un intervento multidisciplinare coordinato daI reparto di Ortopedia del Santa Maria del Misericordia per impiantare una protesi speciale su una paziente di 87 anni alle prese, da tempo, con un serio problema all’anca.

È quanto realizzato al Santa Maria della Misericordia di Perugia su una paziente perugina che dal 2007 si è sottoposta a tre interventi all’anca con risultati altalenanti che hanno richiesto, appunto, un nuovo tipo di approccio medico-sanitario.

L’ultima protesi impiantata a Bologna, infatti, a causa di una serie di complicazioni di salute (un lungo periodo di allettamento, con conseguente decadenza muscolare e ossea e una caduta) non svolgeva più il suo compito. Così è subentrato il reparto di Ortopedia dell’ospedale di Perugia che ha preso in carico la paziente, iniziando una approfondita analisi degli aspetti sanitari che riguardavano la donna. Quindi, da luglio con il ricovero, sono state curate le piaghe e le cicatrici degli interventi precedenti, sono state valutate tutte le possibili complicazioni dell’anestesia in rapporto a precedenti interventi chirurgici e a patologie di cui era affetta la paziente. Poi è stata individuata la protesi giusta per l’intervento, facendola arrivare dalla Germania. Subito dopo l'intervento sono stati coinvolti gli specialisti in nefrologia ed epatologia per monitorare problemi renali e al pancreas, in particolare.

La donna è stata operata quattro settimane fa, poi è passata al reparto infermieristico e, a breve, inizierà la riabilitazione in un centro specializzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La paziente e la sua famiglia hanno voluto ringraziare pubblicamente con una lettera tutte le persone che si sono prodigate per questo intervento, rivolgendo “i più sentiti ringraziamenti al professore Pierluigi Antinolfi e a tutto lo staff di Ortopedia dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia diretto dal professor Auro Caraffa. Qui mia madre, ottantasettenne, si è sottoposta ad intervento di sostituzione di protesi all’anca. L'intervento ha richiesto una protesi molto particolare, prontamente ordinata dal professor Caraffa appositamente per l'intervento, che poi è riuscito perfettamente. Ringraziamenti al servizio di Anestesia e Rianimazione diretto dal dottor Fabio Gori, in particolare all'anestesista dedicata al reparto di Ortopedia, la dottoressa Noemi Speranza per l'accurata preparazione eseguita con precisione e diligenza. Ulteriori ringraziamenti a tutti coloro che hanno partecipato allo stretto monitoraggio postoperatorio grazie al quale tante possibili complicanze sono state evitate. Altri ringraziamenti ancora vanno agli infermieri, alla fisioterapista e agli operatori socio sanitari che hanno seguito e aiutato la mamma nei quasi 3 mesi di ricovero ospedaliero. Mi complimento davvero per la professionalità e umanità dimostrata da tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento