Cronaca Città di Castello

Lui prende l'ordine, lei consegna la dose: marito e moglie in manette per spaccio

Città di Castello: clienti ricevuti al cimitero o nel piazzale del supermercato. In manette anche un complice che vendeva cocaina agli amici

I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello hanno arrestato tre persone per spaccio di sostanze stupefacenti.

Le misure cautelari sono arrivate al termine di indagini lunghe e complesse, che hanno riguardato una lunga serie di cessioni messe in atto prevalentemente nel corso del primo semestre 2020, anche durante il periodo di chiusura imposto a primavera dall'emergenza sanitaria.

L'indagine è iniziato dopo il sequestro di una modesta quantità di droga, effettuato da un equipaggio del Radiomobile e che aveva portato alla denuncia di un 37enne di Sansepolcro, fermato a Città di Castello dove si era recato proprio per acquistare la droga.

Da quel sequestro erano iniziati gli accertamenti sugli spostamenti del 37enne, sulle telefonate effettuate e le persone contattate. Risalendo ad una complessa rete di vendita che vedeva all’apice una coppia, marito e moglie entrambi 37enni e già conosciuti dalle forze dell’ordine per altre vicende legate allo spaccio di droga, e un 29 enne pregiudicato.

I militari hanno ricostruito 400 episodi di cessioni di piccole dosi di stupefacente, prevalentemente del tipo cocaina, effettuate in favore di uomini e donne del posto.

Secondo i Carabinieri il marito riceveva le telefonate e le prenotazioni di droga, mentre la moglie si occupava delle cessioni delle dosi, effettuate nella zona del cimitero di Santa Lucia e nel parcheggio di un supermercato nella zona sud della città.

Una volta arrestato il marito (per altri motivi), la donna ha continuato a gestire lo spaccio da sola, aiutata dal 29enne che si era costruito sul territorio una rete di affezionati clienti a quali cedeva stupefacente nei pressi della propria abitazione situata all’interno delle mura del centro storico.

I Carabinieri del Radiomobile e delle Stazioni di Città di Castello, Umbertide, San Giustino, Trestina e Citerna hano effettuato gli arresti questa mattina all'alba, con l'imputazione di spaccio. I due uomini sono stati portati in carcere a Capanne, mentre la donna è stata sottoposta ad arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lui prende l'ordine, lei consegna la dose: marito e moglie in manette per spaccio

PerugiaToday è in caricamento