menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugino ventenne e corriere della droga: preso con 80 grammi di eroina nell'ano

Lo stupefacente era destinato al mercato della città. Intercettato sul treno Roma-Perugia e portato in ospedale. Adesso è caccia ai pesci grossi del traffico di droga

Nascosta dove nessuno poteva trovarla. O quasi. Purtroppo per lui l’ansia l’ha fregato alla grande ed è finito in manette. 

Il corriere della droga, il perugino Zaccaria Sellami, portava dentro di sé, nell’ampolla rettale per essere precisi, un paio di capsule di eroina pura pari a 83,40 grammi di stupefacente. Gli agenti della polizia lo hanno intercettato mentre viaggiava sul treno partito da Roma e diretto a Perugia. A Ponte San Giovanni, visti e considerati i suoi precedenti, è scattato il controllo. Il 20enne si è fatto prendere dall’agitazione e ha insospettito i tutori dell’ordine. Alla prima perquisizione non è saltato fuori nulla, ma gli uomini della Mobile non hanno mollato l’osso. Il perugino è stato portato in ospedale e “radiografato”. Sorpresa: gli ovuli infilati nell’ano. Tana per lui. Manette ai polsi e via, dritti a Capanne.

La droga, secondo la ricostruzione degli investigatori, era stata appena acquistata a Napoli ed era pronta per la suddivisione in singole dosi e per il “mercato” della piazza perugina: sono in corso ulteriori indagini volte ad accertare se intorno al Sellami ci sia un giro d’affari più grande.

La caccia ai pesci grossi del traffico di droga è aperta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento