menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delirio in strada e in ospedale: botte tra un 54enne e un 17enne, ci va di mezzo anche la moglie

Il delirio per strada e anche al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Misericordia. E tutto per un parcheggio. Denunciati per lesioni due perugini - un 54enne ed un 17enne - , che nella notte di venerdì si sono picchiati

Il delirio per strada e anche al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Misericordia. E tutto per un parcheggio. Denunciati per lesioni due perugini - un 54enne ed un 17enne - , che nella notte di venerdì si sono picchiati. Prima hanno litigato per strada, poi anche in ospedale. Le versioni dei due sono agli antipodi.

A chiamare la polizia è stato il padre del minore che, corso al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia per aiutare il figlio, ha segnalato agli agenti che il ragazzo aveva riconosciuto tra le persone in attesa il proprio aggressore. Ed è partita una nuova lite. All’arrivo della Volante, il genitore del ragazzo ha spiegato agli agenti che poco prima il figlio era intervenuto a Montegrillo per cercare di impedire al 54enne di danneggiare con un crick un’auto che, a suo dire, gli ostruiva il passaggio per uscire da un parcheggio. L'uomo, secondo quanto raccontato dal 17enne, lo avrebbe aggredito prendendolo al collo ed il ragazzo, per difendersi, lo avrebbe colpito con un pugno.

Molto diversa la versione dell’uomo. Il 54enne, invece, ha raccontato agli agenti di essere rimasto bloccato a causa di una vettura parcheggiata male e di aver suonato il clacson per attirare l’attenzione del proprietario. E mentre cercava di uscire con parecchie manovre, un gruppetto di ragazzi, tra i quali c'era il 17enne, lo avrebbe sbeffeggiato. L'uomo a quel punto sarebbe sceso dall’auto e ne sarebbe nata una lita, durante la quale il giovane avrebbe colpito con un pugno il 54enne che, rovinando a terra, aveva travolto la propria moglie.

La lite ha reso necessarie per tutti le cure mediche dell'ospedale di Perugia: 7 i giorni di prognosi per il minore, mentre per l’uomo, con il setto nasale fratturato, la prognosi è stata di 25 giorni. Trenta giorni, invece, per la moglie dell'uomo che, per la caduta, ha riportato una lesione alla caviglia. Il 17enne e d il 54enne sono stati denunciati a piede libero per lesioni personali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento