menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Andrò al Family Day a Roma per tutelare i bambini e la famiglia tradizionale

di Sergio De Vincenzi *consigliere regionale di opposizione

Di fronte al tentativo di mistificazione della realtà biologica, psicologico-relazionale, affettiva e sociale che si vuole realizzare con l'approvazione delle Unioni Civili a danno del bene personale e comune, è quanto mai evidente l'inderogabile necessità di sostenere la famiglia naturale costituita dall'incontro della diversità di un uomo e di una donna, quale  vero ed unico fondamento della società, luogo naturale per il concepimento della vita e la crescita e l'educazione dei figli.

Sarò presente a Roma, al Family Day il 30 gennaio, prima ancora che da politico, come cittadino, marito e padre per  testimoniare l’assoluta contrarietà a leggi che, equiparando le unioni omosessuali al matrimonio, possano aprire la strada alla stepchild adoption e all'utero in affitto e legittimare l'introduzione curricolare dell'educazione di genere nelle scuole. D'altra parte qui non si tratta di negare diritti civili a nessuno poiché gli strumenti normativi sono già previsti per tutta una serie di contesti in caso di convivenza omosessuale.

Qui si tratta solo di tutelare l'interesse dei bambini e delle donne. Per questo motivo anche Umbria Next si è attivata per organizzare bus per Roma; per info e contatti  si può contattare la Segreteria di Umbria Next al 392.4098992.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento