Cronaca

Coronavirus in Umbria, l'analisi: "Usciremo presto da questa terribile pandemia"

Il punto di Luca Gammaitoni, professore di fisica sperimentale dell'Università degli Studi di Perugia

"Nessuna nuova, buona nuova' recita il proverbio. E’ proprio il caso di dirlo guardando i dati dell’Umbria. Il numero dei nuovi contagi giornalieri sta diminuendo progressivamente, seguendo abbastanza fedelmente i modelli matematici che descrivono l’epidemia". Luca Gammaitoni, professore di fisica sperimentale dell'Università degli Studi di Perugia, analizza la situazione del coronavirus in Umbria. 

"Come abbiamo anticipato tempo addietro, questa evoluzione ci lascia bene sperare per una primavera libera e spensierata - scrive il professore - . Nel frattempo però, non bisogna abbassare troppo la guardia perché ci sono alcuni fatti che dobbiamo ricordare".

Gammaitoni elenca tre punti nodali. Il primo: "Ci sono ancora attorno a mille nuovi contagiati ogni giorno. Un numero enorme se confrontato con le precedenti ondate. Il che significa che il virus circola ancora molto abbondantemente". Il secondo: "Per fortuna, a motivo dell’alta percentuale di vaccinati e della bassa età media dei contagiati, gli effetti sulle ospedalizzazioni sono modesti e stanno progressivamente calando". Il terzo: "Ci sono ancora molti non vaccinati. Questi, come già ampiamente dimostrato dai numeri, hanno una probabilità di contagiarsi e di finire in ospedale molto più elevata dei vaccinati".

Ecco la conclusione di Gammaitoni: "Per cui prudenza e pazienza - spiega - . Abbiamo davanti un futuro luminoso e usciremo presto da questa terribile pandemia, ma non senza fare attenzione". 

273800320_10221914013382869_5043489823366824159_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Umbria, l'analisi: "Usciremo presto da questa terribile pandemia"
PerugiaToday è in caricamento