Cronaca

Funziona il sistema di controlli anti assembramenti in centro storico e nei locali della provincia di Perugia

Forze dell'ordine impegnate in varie zone della città, mentre i volontari della Protezione civile forniscono informazioni e mascherine

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica coordinato dalla Prefettura di Perugia ha prodotto un piano di controllo della vita notturna in città e nei locali.

L’azione in sinergia della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di finanza, della Polizia locale e della Provinciale, della Protezione civile e del 118 si è tradotta in una serie di servizi specifici che hanno coperto il centro storico, la periferia di Perugia e la sua provincia.

Il personale della Protezione civile è stato collocato nei punti di maggiore affluenza della città, in particolare in piazza Danti, zona di maggior afflusso e stazionamento dei giovani nelle serate di movida, per un'opera di sensibilizzazione al rispetto delle regole, con particolare riguardo all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale per le vie respiratorie. In questo caso è stata riscontrata la sensibilità dei giovani in merito al rispetto del distanziamento sociale e all’uso dei dispositivi di protezione.

Anche i controlli a discoteche e locali hanno portato un risultato positivo, appurando che tutti gli esercizi in questione osservavano le nuove disposizioni in materia.

Il questore Antonio Sbordone ha auspicato che questo sia l’inizio di un cambiamento di rotta, da parte dei giovani,  e come le azioni di prossimità delle forze dell’ordine nella provincia di Perugia stiano raggiungendo sempre più elevati livelli di efficacia per contrastare il fenomeno Covid19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funziona il sistema di controlli anti assembramenti in centro storico e nei locali della provincia di Perugia

PerugiaToday è in caricamento