rotate-mobile
Cronaca

I rifugiati a Perugia vogliono raccontare la loro storia per sfatare le "bufale"

“L’immigrazione ha cambiato volto. Tra crisi economica e crisi umanitarie”, questo il titolo scelto per il dibattito al quale alcuni rifugiati racconteranno la loro storia

Sono oltre 600 i rifugiati a Perugia e da giugno potrebbero aggregarsi altri uomini e donne sbarcati sulle coste italiane. Tra polemiche, costi e discussioni infinite - sui media ma anche sui social - la Cgil e il coordinamento immigrati della Cgil di Perugia vuole, a suo dire, sfatare alcune bufale sull'accoglienza e sui migranti.

L'appuntamento è per il 15 maggio alle 10 alla Conti della Cgil dell’Umbria a Perugia dove i rifugiati a Perugia racconteranno la loro storia. “L’immigrazione ha cambiato volto. Tra crisi economica e crisi umanitarie”, questo il titolo scelto per il dibattito che vedrà partecipare Andrea Ravenda (antropologo), Valeria Carlini (Cir), Alessia Giuliacci (Inca Cgil Perugia) e Selly Kane (coordinatrice nazionale per le politiche dell’immigrazione della Cgil). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I rifugiati a Perugia vogliono raccontare la loro storia per sfatare le "bufale"

PerugiaToday è in caricamento