Acropoli, condutture troppo vecchie: perdite d'acqua continue

L'assessore Ilio Liberati ha confermato la difficoltà ad intervenire alle numerose perdite durante i cantieri stradali. Una rete troppo vecchia è ormai ridotta ad un colobrodo

Un  colabrodo. Se le perdite degli acquedotti umbri sono oltre il 40 per cento, peggio ancora succede alla vecchia rete del centro storico che sarebbe talmente fragile da subire rotture continue durante i lavori di manutenzione stradale o di ripavimentazione che regolarmente vengono portati a termine dal Cantiere Comunale. Lo stato difficile delle tubature è stato dichiarato direttamente dall’assessore Ilio Liberati rispondendo ad una interrogazione – targata dal consigliere Teresa Bellezza – su una perdita di acqua intervenuta tra via del Parione e via Torcoletti e andata avanti per due giorni.

“Soprattutto nel centro storico, - ha spiegato Liberati - purtroppo, ci troviamo quindi in condizioni critiche ed è per questo motivo che stiamo programmando volta per volta interventi tesi alla rinnovazione delle tubature”. Le perdite nell’acropoli dunque causate da due ragioni: da un lato la vetustà dell’impianto, dall’altro quale conseguenza dei lavori di ripavimentazione stradale in corso. Una situazione talmente difficile che Umbriacqua per intervenire deve scegliere sulla base della priorità della perdita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento