menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesta a sangue la moglie davanti ai figli piccoli e la "rinchiude" in casa: denunciato

Allontanato da casa un 53enne. La Polizia di Città di Castello porta alla luce gli orrori che la donna era costretta a subire

Denunciato a 53 anni dalla Polizia di Città di Castello per lesioni personali, maltrattamenti in famiglia e minaccia. R.B., sposato con una donna ucraina, da tempo, ricostruiscono gli agenti, sottoponeva la moglie a continui maltrattamenti, provocandole in diverse occasioni lesioni e stati d’ansia.


Il terrore che potesse in qualche maniera coinvolgere nella spirale di violenza i figli nati dal loro matrimonio, ha impedito alla donna di denunciare l’accaduto. In preda all’alcool, una sera R.B. picchia la moglie davanti ai figli, e di fronte ad un timido accenno di reazione della donna, minaccia lei e i suoi due figli, rispettivamente di 7 e 4 anni. La donna trova la forza ed il coraggio di denunciare l’accaduto agli uomini del commissariato. Le indagini le danno ragione e raccontano di come l’uomo tenesse in un completo stato di sottomissione fisica e psicologica la donna, impedendole di avere anche la minima socialità. Allontanato dalla casa familiare, al denunciato, pregiudicato per diversi reati, è stato impesto il divieto di avvicinamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento