menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppo pericoloso per la sua famiglia e per le "case": cacciato ladro dopo 11 anni di Umbria

L'Ufficio Immigrazione della Questura di Perugia ha rintracciato un marocchino che era residente, regolare, da 11 anni. Dopo furti e le violenze sulla moglie e la figlia si è deciso di allontanarlo dal Paese. Foglio di via con la dicitura di pericolosità sociale

Prosegue la attività dell’Ufficio Immigrazione finalizzata ad allontanare dal territorio i cittadini stranieri autori di gravi reati. Ieri è stato accompagnato ad un Centro espulsione del Nord Italia un altro pericoloso pregiudicato straniero. Si tratta di L. C. del ’83, marocchino, residente a Città di Castello dal 2002. Negli ultimi anni è stato condannato per ricettazione e per tre furti commessi nella zona di residenza; nel 2010 è stato denunciato dal Commissariato di Città di Castello per Maltrattamenti in Famiglia nei confronti della convivente e della figlia. 

Proprio per i gravi precedenti penali l’Ufficio Immigrazione ha provveduto alla revoca del suo permesso di soggiorno e alla sspulsione dal territorio nazionale per pericolosità sociale data la sua abituale condotta delittuosa. Lo straniero  è stato rintracciato da un equipaggio della Polizia Stradale di Città di Castello; condotto in Questura, dopo la notifica del provvedimento, lo straniero, che non era in possesso di passaporto,  è stato scortato ad un C.I.E. del Nord Italia da dove nei prossimi giorni verrà rimpatriato .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento