menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Dentix, clienti senza più servizi ma con finanziamenti attivi: scatta la class action

"Centinaia di pazienti lasciati senza cure, dopo averle pagate: non ci interessano le promesse dell'azienda"

L’associazione Codici ha attivato gli Sportelli presenti su tutto il territorio nazionale per tutelare i pazienti Dentix. Parliamo del gruppo spagnolo attivo in Italia con 57 cliniche odontoiatriche, che dopo il lockdown non hanno riaperto. Saracinesche abbassate, call center irraggiungibili e nessuna informazione per chi ha già pagato per un intervento, iniziato o da completare.

“Stiamo predisponendo un’azione collettiva – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – per tutelare i pazienti Dentix. Lo scopo dell’iniziativa è ottenere la prestazione per i clienti o in alternativa il risarcimento danni ed il blocco dei finanziamenti sottoscritti per pagare gli interventi. Le rassicurazioni pubblicate sul proprio sito internet dalla società in questi giorni non ci interessano. Non ci importano le promesse, gli impegni a riaprire se poi non si indica con esattezza come e quando. Quello che conta è la realtà dei fatti, che ad oggi parla di centinaia di pazienti lasciati senza cure, dopo averle pagate. La crisi generata dall’emergenza Coronavirus non vale solo per le aziende, forse qualcuno farebbe bene a ricordarselo. I consumatori devono essere tutelati, soprattutto in casi come questo in cui di mezzo c’è la salute”. I pazienti Dentix possono richiedere l’assistenza legale dell’associazione Codici scrivendo un’email a segreteria.sportello@codici.org.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento