rotate-mobile
Cronaca Bevagna

Presa la primula rossa dello spaccio di coca a Foligno: cambiava sistematicamente il domicilio

Importante operazione antidroga messa a segno dai militari di Foligno e della Stazione di Bevagna che hanno arrestato un quarantenne italiano, operaio, che era solito cambiare domicilio con frequenza per evitare controlli e anche per non  essere preso con le mani nella "marmellata". Ad individuare il “nuovo” domicilio dello spacciatore sono stati i Carabinieri di Bevagna e a quel punto è scattato il blitz con tanto di cane anti-droga, il segugio “Agor”, preveniente dall'unità cinofila del Gruppo della Guardia di Finanza di Perugia.

La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire infatti circa sedici grammi di cocaina e dieci grammi di hashish già suddivisa in dosi con il relativo materiale per il confezionamento delle sostanze. La droga avrebbe fruttato sulla piazza folignate circa millesettecento euro. Dopo la perquisizione l’uomo è stato accompagnato in caserma dove è stato tratto arrestato per spaccio. Provvedimento convalidato e per l’operaio è stato disposto l’obbligo di presentazione in caserma una volta al giorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa la primula rossa dello spaccio di coca a Foligno: cambiava sistematicamente il domicilio

PerugiaToday è in caricamento