Bastia Umbra, blitz di polizia e finanza: villa con piscina sequestrata a un pluripregiudicato perugino

In campo gli uomini della Divisione Anticrimine della Questura di Perugia e i Militari del G.I.C.O. – Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza di Perugia

Blitz della polizia e della guardia di Finanzia: sequestrata a un pluripregiudicato perugino una villa con piscina a Bastia Umbra, del valore di 500.000 euro. In campo gli uomini della Divisione Anticrimine della Questura di Perugia e i Militari del G.I.C.O. – Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza di Perugia.

Una manovra a tenaglia per incastrarlo. Da un lato, gli agenti della Questura che hanno ricomposto il profilo criminale del soggetto, specializzato nella commissione di reati di truffa, insolvenza fraudolenta, furto e ricettazione. L'uomo era già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Dall'altro i militari del Gico che hanno ricostruito la situazione economica, reddituale e patrimoniale dell'uomo e del nucleo familiare convivente, che ha permesso di individuare una sperequazione tra i redditi dichiarati, l’attività economica svolta ed il patrimonio immobiliare acquisito, ritenuto di ingiustificata provenienza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Perugia, Sezione Misure di Prevenzione, sulla base della proposta della Procura di Perugia. I beni confiscati sono stati presi in possesso dall’Amministratore Giudiziario nominato dal Tribunale, in attesa della definitività del provvedimento. Successivamente, saranno assegnati all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, per essere poi affidati alle Forze dell’Ordine, ovvero a quei soggetti – associazioni, cooperative, Comuni, Province e Regioni – in grado di restituirli alla cittadinanza, tramite servizi, attività di promozione sociale e lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento