"Vagabundus" devastato, riduce in fin di vita un uomo: è stato preso

Il 15 dicembre scorso nel locale Vagabundus di Bastia Umbra un branco aveva devastato, minacciato e colpito alla testa il padre del proprietario ridotto in fin di vita

E' stato arrestato dai carabinieri di Assisi l'uomo - R.A. le sue iniziali - che ha ridotto in fin di vita il padre del proprietario del Pub Vagabundus a Bastia Umbra lo scorso 14 dicembre quando con altri aveva tentato di rapinare e distrutto il locale con tanto di clienti all'interno. Il capo-banda aveva rotto una bottiglia sulla testa dell'uomo che in condizioni disperato è stato operato d'urgenza.

Subito i militari avevano individuato il complice del F.A., un 45enne originario di Foligno, noto alle Forze dell’Ordine per un nutritissimo elenco di precedenti penali. Le accuse formulate dalla procura sono pesanti: lesioni gravissime in concorso, estorsione e tentata rapina e danneggiamento aggravato. La banda ha minaccia di incendiare il “vagabundos”  e avrebbe costretto il titolare del locale a non vedersi corrisposto il prezzo delle consumazioni effettuate da lui e dal resto del “branco” in compagnia del quale si trovava.

Un’altra pesantissima accusa è legata al reato di tentata rapina: il Magistrato avrebbe infatti anche ravvisato la volontà di impossessarsi mediante minaccia dell’incasso del disco pub dove si sono svolti i fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento