Marco Orsolini, autopsia conferma causa della morte: una scossa elettrica

L'autopsia conferma che il dipendente della Provincia Orsolini sarebbe morto per le conseguenze di una forte scossa elettrica. Il 36enne era intento ad un'opera di manutenzione su un'idropulitrice

L’autopsia disposta dal PM di Spoleto, Dott.ssa Mara Pucci ed eseguita dal dottor Fabio Suadoni sul corpo di Marco Orsolini, il 36enne tecnico della Provincia che ha perso la vita folgorato mentre stava tentando di riavviare un’idropulitrice, conferma che la morte è avvenuta per via degli effetti prodotti dalla forte scossa elettrica.

Inoltre, secondo quanto riferito da tuttoggi, i familiari di Orsolini hanno già incaricato due legali per farsi assistere nella delicata ricostruzione dell'accaduto e qualora lo ritengano opportuno, alla nomina di un consulente per una possibile perizia tecnica sui macchinari che il dipendente della Provincia stava usando.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

  • Truffa del gratuito patrocinio, bufera su alcuni avvocati perugini

  • Segano una quercia e prendono la legna, peccato fosse del Comune: denunciati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento