Marco Orsolini, autopsia conferma causa della morte: una scossa elettrica

L'autopsia conferma che il dipendente della Provincia Orsolini sarebbe morto per le conseguenze di una forte scossa elettrica. Il 36enne era intento ad un'opera di manutenzione su un'idropulitrice

L’autopsia disposta dal PM di Spoleto, Dott.ssa Mara Pucci ed eseguita dal dottor Fabio Suadoni sul corpo di Marco Orsolini, il 36enne tecnico della Provincia che ha perso la vita folgorato mentre stava tentando di riavviare un’idropulitrice, conferma che la morte è avvenuta per via degli effetti prodotti dalla forte scossa elettrica.

Inoltre, secondo quanto riferito da tuttoggi, i familiari di Orsolini hanno già incaricato due legali per farsi assistere nella delicata ricostruzione dell'accaduto e qualora lo ritengano opportuno, alla nomina di un consulente per una possibile perizia tecnica sui macchinari che il dipendente della Provincia stava usando.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento