Droga ordinata via WhatsApp e Telegram, denunciato lo spacciatore del liceo

I carabinieri di Assisi hanno denunciato un 21enne di Bastia Umbra, per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente

Beccato lo spacciatore del liceo. I carabinieri di Assisi hanno denunciato un 21enne di Bastia Umbra, per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente.

Tutto è cominciato alla fine dello scorso anno scolastico, quando una “gazzella” dell’Arma ha fermato il ragazzo per un normale controllo: in auto e a casa  del 21enne i carabinieri hanno trovato una ventina di dosi tra marijuana, hashish. E un bilancino di precisione.

Così i militari lo hanno monitorato per alcuni mesi, individuando alcuni studenti come clienti abituali. E non finisce qui. Dal telefono del pusher sono saltati fuori i contatti e le chat su Telegram e WhatsApp per 'ordinare' la droga. Tutti gli appuntamenti venivano fissati nel parcheggio sterrato davanti al liceo, nelle ore di maggiore afflusso, all’ingresso e all’uscita dalle lezioni.

Le indagini dei carabinieri hanno accertato che ammontano a oltre un centinaio le dosi che il giovane pusher avrebbe ceduto a vari studenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento