menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Neanche i domiciliari lo fermano, blitz in casa con i cani antidroga: scovato il tesoretto del pusher

Circa 400 grammi di marijuana e un mucchietto di contanti cuciti in mezzo a due materassi. Arrestato e spedito in carcere

Blitz con i cani antidroga in un appartamento in via Sforza a Perugia e un "tesoretto" di marijuana e soldi ben occulato e cucito tra due materassi. Un cittadino nigeriano, già agli arresti domiciliari per droga, è stato così nuovamente tratto in arresto dagli agenti della squadra Mobile (diretta dal vice questore aggiunto Virgilio Russo) per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  

Si tratta di un trentenne, in regola con il permesso di soggiorno, finito precedentemente nei guai per lo stesso reato. Nonostante i domiciliari, non aveva comunque interrotto la sua attività illecita. Gli agenti, una volta entrati nell'appartamento che il 30enne condivide con il fratello (totalmente estraneo ai fatti) hanno scovato la droga ben nascosta - circa 400 grammi di marijuana e il mucchietto di contanti ( 900 euro)  provento dello spaccio. Inevitabile, per lui, l'arresto in flagranza e il processo per direttissima che si è celebrato questa mattina. Il giudice, dopo aver convalidato l'arresto, ne ha disposto la custodia in carcere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento