menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Suo figlio ha avuto un incidente", l'anziana non ci casca: arrestato

Tentata truffa e resistenza a pubblico ufficiale. Per l'indagato, processato con rito direttissimo, è stato emesso l'obbligo di dimora fuori dall'Umbria

Ancora una truffa ai danni di anziani indifesi, ma questa volta, la prontezza di un'anziana ha permesso alle forze dell'ordine di intervenire tempestivamente e di "acciuffare" il presunto responsabile, oggi processato con rito direttissimo al tribunale di Perugia con l'accusa di tentata truffa e resistenza a pubblico ufficiale.

La signora ha allertato i carabinieri spiegando di aver ricevuto una chiamata da parte di un finto avvocato. Il modus operandi è sempre lo stesso: prima comunicano alla vittima designata che un parente stretto ha avuto in incidente, fingendosi sedicenti marescialli o avvocati, poi chiedono una specie di riscatto in denaro.

Per l'indagato, dopo la convalida dell'arresto, è stata emessa la misura dell'obbligo di dimora a Torino (suo Comune di residenza) e della firma in caserma. Già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato lunedì 10 luglio dai carabinieri di Ponte San Giovanni, poco prima di raggiungere la porta di casa della vittima. L'indagato ha negato ogni addebito, spiegando che stava "semplicemente" passeggiando, ma alla richiesta dei documenti ha spintonato un carabiniere cercando di darsi alla fuga. I militari sono comunque riusciti a fermarlo e ad arrestarlo.

Non si esclude che possa esserci un complice, ovvero colui che avrebbe chiamato al telefono l'anziana avvertendola del finto incidente, mentre l'indagato avrebbe avuto il ruolo di "riscattatore" di colui cioè, che sotto mentite spoglie di un appartenente all'Arma, avrebbe suonato al citofono della malcapitata per richiedere la somma di denaro utile a "risolvere" l'incidente. Ovviamente mai avvenuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento