Altre che da declassare: l'aeroporto umbro vola forte anche nel 2013

A Gennaio e Febbraio 2013 i dati parlano chiaro: più 28 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012. Uno dei pochi in Italia a crescere. Ora il prossimo Governo non potrà più ignorare il declassamento

Alla faccia del Ministro Passera che aveva deciso - piano congelato per fortuna - di declassare l'aeroporto dell'Umbria - l'unico tra l'altro - e quindi condannare il turismo di casa nostra ad un purgatorio eterno. I numeri, ieri come oggi, danno ragione alla società Sase che gestisce l'aeroporto di Sant'Egidio: la crescita continua anche in questi due mesi dell'anno 2013 molto difficili per tutte le famiglie europee.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A gennaio e febbraio del 2013 sono stati trasportati 15.432 passeggeri, con una crescita totale del 28,51% rispetto al 2012. Il risultato è in netta controtendenza rispetto ai dati nazionali, che salvo rarissimi casi registrano sensibili decrementi. Nel dettaglio, l’incremento a Perugia è stato del 20,1% nel mese di Gennaio, per arrivare a un +38,3% nel mese di Febbraio. Un buon bigilietto da visita per riportare in serie A la struttura umbra quando il nuovo Governo Organizzerà il Piano Nazionale. Quello vero.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento