rotate-mobile
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello: trovato morto in casa a 33 anni, domani l'autopsia

Proseguono le indagini per cercare di ricostruire le ultime ore di vita del giovane

Proseguono le indagini per ricostruire le ultime pore di vita del trentatreenne trovato senza vita nella mansarda della casa dove viveva con i genitori.

Domani mattina ci sarà l'autopsia all'ospedale di Perugia. Il pm della Procura di Perugia ha incaricato i medici Sergio Scalise Pantuso e Andrea Lazzarini. Insieme a loro, con tutta probabilità, ci sarà un perito di parte che verrà nominato questa mattina dai legali che la famiglia ha nominato: gli avvocati Marco Bianchini e Valerio Collesi.

La Procura della repubblica di Perugia, intanto, mercoledì aveva aperto un fascicolo contro ignoti, come è da prassi in situazioni del genere. La notizia della morte del giovane ha sconvolto l'intero comprensorio. Il ragazzo, molto conosciuto in città e ben voluto da tutti, era stato trovato esanime lunedì sera dai familiari: sul posto, in pieno centro storico, sono subito arrivati i sanitari del 118, ma ormai per il trentatreenne non c'era più nulla da fare. Sul corpo del ragazzo non sono stati riscontrati segni di violenza. Per capire cosa ha provocato il decesso del ragazzo potrà essere d'aiuto l'autopsia, che verrà effettuata proprio questa mattina. Intanto gli investigatori stanno indagando a 360 gradi per ricostruire le ore prima del decesso, anche se il trentatreenne non aveva nessun precedente penale, né era conosciuto dalle forze dell'ordine per comportamenti a rischio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello: trovato morto in casa a 33 anni, domani l'autopsia

PerugiaToday è in caricamento