rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, alla Muzi Betti arriva "l'edicola alla residenza protetta"

Il progetto inaugurato alla presenza dei vertici di Ordine regionale dei giornalisti e Asu. Presente anche Veronica Marino, portavoce del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’informazione e all’editoria, Alberto Barachini

Dopo il caffè, la colazione, la fisioterapia e i laboratori, un momento da dedicare alla lettura di giornali e libri. Si chiama, “edicola alla residenza protetta”, il primo progetto di questo genere riservato agli ospiti, anziani e adulti in condizioni di disagio, di non autosufficienza, disabilità della Azienda dei aervizi alla Persona “Muzi Betti” di Città di Castello, che da oggi ha preso il via. Franco, Dina, Franca, Patrizia, Gianluca, Claudio, Manè, Roberto, Giuseppe, Caterina, Lidia e Alberto sono stati i primi fruitori di questo servizio che ripropone all’interno della residenza protetta scene di vita quotidiana come l’immancabile appuntamento mattutino in edicola con l’acquisto dei giornali. Il progetto che ha registrato il sostegno e patrocinio dell’Ordine nazionale e regionale dei Giornalisti, della Fnsi (Federazione Nazionale della Stampa), di Asu e dei quotidiani, si basa prima di tutto sulla diffusione della lettura dei giornali come strumento e buona pratica vitale (come per tutti gli altri canali di informazione audio-video e radio) di informazione sui fatti ed avvenimenti in particolare della propria comunità locale e non solo e sulla necessità di dare sempre più risalto anche nei canali istituzionali alle notizie che riguardano gli anziani e la terza età più in generale prevedendo talvolta su questioni di particolare interesse sociale anche il coinvolgimento di sindaco, amministratori pubblici e dirigenti del comune di Città di Castello pronti ad illustrare agli ospiti, notizie e fatti riportati dai giornali stessi che magari interessano da vicino.

All’inaugurazione Veronica Marino, portavoce del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’informazione e all’editoria, Alberto Barachini, che ha voluto essere presente attraverso un video-messaggio. “Informare è rendere consapevoli, rendere partecipi alla vita della collettività, aumentare la propria coscienza civica. Per questa ragione – ha dichiarato il sottosegretario, Barachini - tanto più in un momento particolarmente sfidante per l’editoria, sono grato al Comune di Città di Castello che con l’Asp "Muzi Betti" ha dato vita ad una iniziativa, “Edicola alla residenza protetta”, per supportare la diffusione della lettura e in particolare offrire un servizio agli ospiti della struttura che così riceveranno i giornali regionali e nazionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, alla Muzi Betti arriva "l'edicola alla residenza protetta"

PerugiaToday è in caricamento