rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello: a Vincenzo Mollica e al Milite Ignoto la cittadinanza onoraria

La commissione Affari Istituzionali approva all’unanimità dei presenti le proposte: il voto finale nel consiglio comunale di lunedì 27 giugno

La commissione consiliare permanente Affari Istituzionali presieduta da Alessandra Forini (Pd) ha approvato all’unanimità dei presenti le proposte di conferimento della cittadinanza onoraria di Città di Castello al Milite Ignoto e al giornalista Vincenzo Mollica.

I componenti dell’organismo hanno accolto, rispettivamente, il progetto del Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, in collaborazione con l’Anci nazionale e il Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d’Arma (Assoarma), e l’istanza dell’associazione Amici del Fumetto di Città di Castello, condividendo motivazioni e finalità delle onorificenze, sulle quali sarà chiamato a pronunciarsi in via definitiva il consiglio comunale nella seduta convocata per lunedì 27 giugno.

Come illustrato nella riunione dalla presidente Forini, il progetto “Milite Ignoto, Cittadino d’Italia” è nato per commemorare il centenario della traslazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria a Roma avvenuta il 4 novembre del 1921 e ha ricevuto l’adesione di oltre 3 mila Comuni, che hanno reputato giusto tributare un riconoscimento pubblico ai tanti soldati sepolti senza nome, che hanno sacrificato la propria vita in difesa dei valori della patria e della libertà.

A esprimersi favorevolmente sono stati in particolare i consiglieri Luciana Bassini (Civici X Città di Castello) e Massimo Minciotti (Pd). Durante il dibattito la presidente ha portato all’attenzione dei membri della commissione la comunicazione con cui il consigliere Andrea Lignani Marchesani (Castello Civica), impossibilitato a partecipare, ha segnalato che il Comune non dispone di un regolamento dettagliato circa la concessione della cittadinanza onoraria. Forini ha chiarito che la questione è, comunque, disciplinata dall’articolo 9 del regolamento dei gemellaggi, dandone lettura su richiesta della consigliera Bassini.

La presidente ha quindi illustrato la proposta di concedere la cittadinanza onoraria a Vincenzo Mollica, evidenziando l’elevato e indiscusso valore del giornalista e il contributo generoso alla valorizzazione dell’immagine di Città di Castello attraverso la collaborazione con l’associazione Amici del Fumetto per l’organizzazione delle mostre da anni si tengono in città.

I consiglieri Luciana Bassini (Civici X Città di Castello), Roberto Marinelli (Lista Civica Marinelli Sindaco), Monia Paradisi e Massimo Minciotti (Pd) hanno preso la parola per condividere la proposta insieme a Luciano Bacchetta (Psi), che, anche nella veste di presidente del consiglio comunale, ha segnalato l’importanza di un’ampia convergenza politica sulla concessione delle due cittadinanze onorarie perché in consiglio comunale sarà necessario un voto a maggioranza qualificata per la loro approvazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello: a Vincenzo Mollica e al Milite Ignoto la cittadinanza onoraria

PerugiaToday è in caricamento