Serie B, il Perugia aspetta la Juve Stabia e Oddo lancia Falcinelli: "Lui giocherà"

Alla vigilia della sfida del Curi il tecnico perde il difensore Angella: "Problema non leggero, probabile uno stiramento ma chi vuole essere ambizioso non può preoccuparsi per un'assenza". Out anche lo squalificato Kouan (a segno con la Primavera), ma 'Dieguito' ci sarà: "A parte lui e Vicario sono tutti in ballottaggio"

Nemmeno l'assenza (pesante) di Angella fa tremare Massimo Oddo, consapevole della forza del Perugia costruito in estate da Roberto Goretti e Massimiliano Santopadre. Come lo squalificato Kouan (a segno da capitano nel 6-1 con cui la Primavera ha battuto il Pisa) anche l'esperto difensore, fermatosi per un problema muscolare al retto femorale, salterà la sfida del 'Curi' contro la Juve Stabia (sabato 14 settembre, ore 15) e forse anche qualche altra gara. Il tecnico però non fa drammi: “Quando vuoi essere ambizioso non puoi preoccuparti per un'assenza. Ci dispiace per Angella, il cui infortunio non è leggero e che probabilmente ha uno stiramento. Bisognerà aspettare 48 ore per gli esami strumentali e per capirne l'entità, ma in quel ruolo siamo assolutamente coperti e non stravolgeremo il nostro modo di difendere”, ha risposto Oddo a chi gli chiedeva se pensasse a una difesa a tre. “Anche perché a tre - ha poi continuato - ci si può passare in corsa oppure in alcuni momenti della gara è possibile costruire a tre. Se per esempio Carraro è marcato un calciatore come Balic può aiutarlo a giocare il pallone come ad esempio fa Mandragora all'Udinese al fianco di Jajalo. Certo a un certo tipo di mezzala non puoi chiedere l'inserimento alle spalle del terzino avversario ma penso che la cosa più importante per una allenatore è mettere i calciatori nelle migliori condizioni possibili in base alle loro caratteristiche”. 

Perugia-Juve Stabia: le probabili formazioni e dove seguirla in diretta

FALCINELLI TITOLARE - Piccoli indizi di formazione che si trasformano in certezza quando si parla di Falcinelli, tornato a Perugia da leader e pronto a dare il suo contributo alla causa biancorossa: “Diego sta bene e giocherà. Gli manca un po' di minutaggio ma è un ragazzo estremamente generoso, non vede l'ora di scendere in campo. Sicuramente proverà un pizzico di emozione ma la responsabilità che si sente addosso deve essere la sua forza. Per il resto, a parte Vicario, sono tutti in ballottaggio e la gara di Firenze ha dimostrato che sono tutti sullo stesso livello. La rosa è competitiva e con tante partite alle porte ci sarà spazio per tutti". Oddo ha poi messo in guardia i suoi sulle insidie del match contro la Juve Stabia: “Veniamo da due momenti opposti: noi da due vittorie e loro da due sconfitte. Loro hanno bisogno di fare punti e noi non dobbiamo sottovalutarli, sono una squadra ostica. Dobbiamo avere sempre la stessa mentalità, perché è facile essere motivati contro la Roma, la Fiorentina o il Brescia. È questa invece per noi la partita più difficile: va bene l'entusiasmo ma bisogna restare con i piedi per terra e non lasciare che si trasformi in esaltazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento