Il video dello scandalo, Croce Rossa nella bufera: "Così prendete in giro la gente"

Al centro della polemica, un video spot della Croce Rossa sul terremoto che ha colpito il Centro-Italia, peccato che quelle stesse immagini in "finta" diretta includano i crolli della Basilica di Assisi, avvenuti ben 19 anni prima. Ed ora interviene anche la Regione

E' bufera. Al centro della polemica, un video spot della Croce Rossa sul terremoto che ha colpito il Centro-Italia, peccato che quelle stesse immagini in "finta" diretta includano i crolli della Basilica di Assisi, avvenuti ben 19 anni prima. Oltre a Guarducci, assessore alla Cultura di Assisi che ha definito lo spot "sciacallaggio" e la diffida del Comune stesso nel togliere quel video "lesivo di una città che non ha subito gli effetti dell'ultimo terremoto", ora prende posizione anche la Regione Umbria. 

Video terremoto, dal tweet al vetriolo di Guarducci alla diffida del Comune: "Lesivo per Assisi"

"Chiederemo alla Croce Rossa Italiana un’assunzione di responsabilità che, oltre alla rimozione del post dai social, prevede la pubblicazione di una nota dettagliata per spiegare agli utenti la provenienza e la data delle immagini pubblicate- sottolinea il vicepresidente della Regione Umbria con delega al Turismo, Fabio Paparelli, dichiarando che il filmato “lascia sgomenti”.

Video sul terremoto, Guarducci spara sulla Croce Rossa: "E' sciacallaggio"

Il video in questione, pubblicato nell'ambito della campagna per la raccolta fondi per il sisma del Centro Italia, non solo mostrava spezzoni di crolli avvenuti nel lontano '97 nella città sirafica, ma sottolineava testualmente «Guarda cosa sta succedendo in questo momento nel Centro Italia #CroceRossa #ReversibleLive», come se la Basilica e la città, rimaste illese dalla furia che si è abbattuta ad agosto prima, e a ottobre poi, avessero invece subito danni. E questo proprio in un momento in cui sono stati lanciati appelli per far tornare i turisti in Umbria, visto che il 95% della regione non ha subito danni, la cattiva informazione, invece sì. 

La cattiva informazione sul sisma, l'appello della Regione: "Tornate, tante iniziative e il 95% dell'Umbria è in piedi"

“Riteniamo che il divulgare in rete immagini di repertorio per far leva sull'emotività degli utenti rappresenti una presa in giro agli utenti stessi – conclude il vicepresidente Paparelli - nonché una perdita di credibilità per un’istituzione importante come la Croce Rossa Italiana. Senza poi calcolare il grave danno di immagine per l’Umbria e per le sue aziende turistiche che già duramente colpite dal sisma, stanno provando a ripartire in mezzo a grandi difficoltà”. 

Non sono mancate risposte anche da parte degli utenti, che segnalano come l'ultima sequenza del filmato rappresenti il crollo della Facoltà di Veterinaria a Vico Santa Maria degli Angeli alle Croci, Napoli, il 9.12.2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento