Regionali 2015, comincia lo show. La Marini mette nel mirino la Lega Nord

La presidente della Regione all'attacco del Carroccio: "Qui sostengono Ricci, a Roma sfilano con CasaPound"

Noi contro loro. O, per dirla diversamente: si comincia con i fuochi d’artificio. La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini sceglie la conferenza programmatica di Sel a Perugia per la prima bordata della campagna elettorale. E apre le danze con una palla di cannone dritta verso la trincea del centrodestra: "La coalizione di forze e i partiti politici che si candidano alla guida della Regione non sono un semplice ‘spazio politico’ – sottolinea - , ma un’alleanza che sta insieme sulla base di una comune scelta di campo, che condivide alcune idee e proposte strategiche per il governo dell'Umbria. E mentre noi stiamo qui a costruire questa coalizione, sulla base di idee e programmi – rincara la Marini - , a Roma la Lega Nord sfila con CasaPound e qui sostiene il sindaco di Assisi a candidato presidente della Regione". 
Insomma, la candidata del centrosinistra comincia a lavorare ai fianchi della coalizione che si sta cementando intorno al nome di Claudio Ricci.

E ancora la Marini: "In Umbria, in questi cinque anni non abbiamo assecondato supinamente le politiche rigoriste europee e nazionali. Per quanto ci è stato possibile le abbiamo contrastate, cercando di salvaguardare il nostro welfare, le politiche a tutela dell'infanzia, della non autosufficienza. Nella sanità abbiamo garantito la qualità, senza aver fatto ricorso alla tassazione regionale, e prevedendo un’esenzione dal pagamento dei ticket sanitari per il 60 per cento della popolazione”.

Poi la mano tesa verso Sel: “Il vostro contributo come partito lo interpreto non certo come un semplice apporto di consenso elettorale, ma come un fondamentale contributo di idee valori di cui siete portatori, per la costruzione del progetto di governo dell'Umbria nei prossimi cinque anni”. Di più: “C'è bisogno di una sinistra che sia prima di tutto chi combatte la disuguaglianza e la libertà e la cittadinanza sociale e sa interpretare il tema della innovazione e dei cambiamenti che sappiano creare più spazi di innovazione, di cambiamento e di libertà". E questo è solo l'inizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

  • Spara con un fucile alla sorella e al fidanzato: 32enne in Rianimazione

Torna su
PerugiaToday è in caricamento