menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gualdo, Comunanza Agraria e Rocchetta finalmente si parlano: in ballo investimento da 30 milioni

Un primo passo avanti, dopo anni di lotte e ricorsi e contro ricorsi al Tar, con ancora cause in corso. La multinazionale Rocchetta e la Comunanza Agraria dell'Appennino Gualdese si sono finalmenti guardate in faccia nella sede di Confindustria a Perugia durante un incontro promosso dall’imprenditore Matteo Minelli presidente della Sezione confindustriale Eugubino-Gualdese.

“L’iniziativa è servita per aprire la strada del dialogo – ha sottolineato Minelli – con la speranza che si possa arrivare a una soluzione che incontri la condivisione di tutte le parti in causa. Il programma di investimenti previsto da Rocchetta ha un valore particolarmente importante per la comunità di Gualdo Tadino già penalizzata da lunghi anni di crisi. Per questo ci stiamo impegnando a fare tutto quanto possibile perché l’investimento possa prendere corpo prima possibile”.

All’incontro in Confindustria tra Rocchetta e Comunanza Agraria hanno partecipato, oltre a Minelli, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, l’amministratore delegato di Rocchetta Maurizio Bigioni, la presidente di Comunanza Agraria Nadia Monacelli, accompagnati dai rispettivi legali, e i rappresentanti della Regione Umbria.

A dicembre 2015 Rocchetta aveva ottenuto, con determinazione dirigenziale della Regione Umbria, una proroga di 25 anni della concessione di acqua minerale denominata “Rocchetta”, sulla base di un piano industriale con il quale l’azienda si è impegnata in un progetto di investimenti da 30,5 milioni di euro destinati al potenziamento dell’attività produttiva con il lancio di un nuovo marchio di acqua minerale, ma soprattutto al recupero e alla riambientazione dell’area della sorgente danneggiata dall’alluvione del 2013 e alla creazione di un’oasi turistica della Valle del Fonno.

Il progetto, approvato dalla Regione, è rimasto finora bloccato per il ricorso al Tar presentato della Comunanza Agraria.  L’obiettivo dell’incontro è stato proprio quello di individuare un percorso che preveda possibili soluzioni alternative alla dinamica giudiziaria. I rappresentanti di Rocchetta hanno dichiarato di essere disponibili ad approfondire un percorso conciliativo capace di rimuovere le preoccupazioni del territorio. Un percorso che, se ce ne saranno i presupposti, sarà presto definito nei contenuti. 

La Comunanza Agraria non si è ancora sbilanciata e nelle prossime settimane inconterà i soci per decidere se tendere la mano e a quali richieste. Molti in città chiedono da tempo un accordo dato che il progetto della Rocchetta porta nuova opportunità di lavoro e permetterebbe il recupero dell'oasi della Rocchetta completamente distrutta dall'alluvione del 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento