Teatro

I luoghi del cuore di Assisi raccontati come una performance teatrale: è il progetto "Ogni angolo, ogni pietra"

L'iniziativa è stata progettata dal Piccolo Teatro degli Instabili in pieno lockdown ed è il risultato di un immaginario poetico teatrale collettivo della città. A settembre la mostra e lo spettacolo

Raccontare i luoghi del cuore di Assisi con una mostra e tre giorni di performance teatrale:  è questo il cuore del progetto “Ogni angolo, ogni pietra - Immaginario poetico-teatrale della Città”. In pieno lockdown, dai social del Piccolo Teatro degli Instabili, è stato chiesto ai followers quale fosse il loro "luogo del cuore" della città. Più di duecento persone, non solo di Assisi, hanno risposto alla domanda, segnalando e specificando la motivazione della scelta tramite aneddoti e ricordi. Il quadro che emerge da questa indagine ritrae una città punteggiata da diversificati centri di attenzione, sollevando lo sguardo dai luoghi più iconici, allargandolo alle particolarità urbane meno conosciute ma consustanziali alla storia e identità cittadina: le porte, i vicoli, le punti di vista meno noti.

Il patrimonio condiviso, fuori dal merchandising da cartolina, di una città pulsante e fortemente vissuta.
I ricordi, gli aneddoti e le suggestioni sono stati raccolti e selezionati in questo progetto, attraverso il quale il Piccolo Teatro degli Instabili – con il sostegno del Comune di Assisi e della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia – racconterà ai residenti e ai turisti l'Assisi vista anche dagli occhi degli altri.

Lo farà dall'1° al 5 settembre, nella Sala ex Pinacoteca in Piazza del Comune, con una mostra a cura dell’artista Peter Bartlett e del fotografo Andrea Cova, e dal 3 al 5 settembre con un percorso performativo site-specific a cura di Samuele Chiovoloni e Francesco Bolo Rossini, organizzato in tre repliche.

Il progetto verrà anche raccontato via social (https://www.facebook.com/ogniangoloognipietra)  e da un sito web dedicato, che verrà lanciato nell’immediatezza dell’evento.

«La performance sarà l’esito di un percorso di ricerca che condurremo con artisti e amici del Piccolo Teatro degli Instabili – spiega Chiovoloni – in direzione di un’appropriazione che sia in grado di operare una trasformazione rispetto al senso comune. Per gli artisti sarà l’occasione di condividere una visione con chi conserva una memoria per approdare a un terzo elemento che sarà, necessariamente, artistico».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I luoghi del cuore di Assisi raccontati come una performance teatrale: è il progetto "Ogni angolo, ogni pietra"

PerugiaToday è in caricamento