rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Alto Tevere Today Pietralunga

Storie dell'alluvione - Maltempo a Pietralunga: ''Così abbiamo salvato due persone''

Parla l'operaio del Comune che con la Protezione civile è intervenuto nella zona industriale

Si chiama Riccardo Manucci, lavora come operaio del Comune di Pietralunga e con poche parole racconta il salvataggio di due turisti, insieme alla Protezione civile.

L'uomo era a lavorare nella zona artigianale del Comune, una delle aree più colpite del territorio altotiberino, nella notte fra giovedì e venerdì quando arrivano due auto. Il primo mezzo si avvia e lentamente riesce a superare l'ostacolo, fino ad immettersi nella provinciale.

La seconda auto, una utilitaria con a bordo due persone di mezza età, inizia la manovra per cercare di immettersi in via Buozzi, ma ad un certo punto la macchina si ferma.

''L'acqua – racconta ancora Manucci - era già alta e stava crescendo, così quando ci siamo accorti che i due erano in difficoltà, siamo intervenuti. Insieme a me c'erano i ragazzi della Protezione civile. Li abbiamo raggiunti, l'acqua era all'altezza della cintura, e poi, piano piano abbiamo aperto le portiere e siamo stato in grado id farli uscire. Alla fine l'auto è stata agganciata, tramite un cavo, dai mezzi della Protezione civile e l'abbiamo recuperata''.

L'operaio del comune, molto schivo e riservato, non ha chiesto né nomi, né età: ''Mi pareva fossero di Roma, almeno dall'accento''.

Non solo, ma è convinto di ''non aver fatto nulla di straordinario: ho solo fatto quello che tutti avrebbero fatto se si fossero trovati in una situazione simile''. Poi con tutta la naturalezza del mondo, senza scomporsi, dopo una notte in bianco, riprende a spalare il fango che c'è nella zona artigianale e a coordinarsi con i colleghi per rendere la strada percorribile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storie dell'alluvione - Maltempo a Pietralunga: ''Così abbiamo salvato due persone''

PerugiaToday è in caricamento