Profughi, per la loro integrazione: intesa tra regione, comuni e Ceu

Firmato un accordo per l'integrazione dei profughi tra il presidente dell'Umbria Catiuscia Marini, Wladimiro Boccali, in veste di presidente dell'assoociazione comuni e la Ceu

Catiuscia Marini

E' stato siglato oggi a Perugia dalla presidente Catiuscia Marini, dal presidente della Conferenza episcopale umbra, Vincenzo Paglia e dal presidente dell'Anci, Associazione nazionale comuni italiani, Wladimiro Boccali, un protocollo d'intesa per stabilire le modalità di accoglienza dei profughi che arrivano dal Nordafrica in Umbria

L'intesa ha l'obiettivo di sviluppare una sinergia tra la Regione e la Ceu per rispondere all'emergenza umanitaria attraverso un modello “orientato ad un'accoglienza diffusa sull'intero territorio regionale per favorire un concreto processo di integrazione”.

I firmatari dell'accordo si impegnano a promuovere, incrementare ed attuare una reciproca collaborazione nella politica di accoglienza e di assistenza della popolazione interessata dall'emergenza umanitaria che la Regione Umbria si è impegnata ad ospitare, favorendo, anche attraverso il coinvolgimento e la sensibilizzazione delle realtà locali, l'integrazione”.

Secondo un report della Protezione Civile sono almeno 300 i profughi attualmente presenti in regione, 267 dei quali richiedenti asilo, assistiti per metà dalle Caritas e dall'Arci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Nuovo maxi concorso, l'Aci assume personale a tempo indeterminato: due bandi

  • Usl Umbria 1 in lutto, è morto il professor Fabrizio Ciappi

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento