Expo emergenze, sicurezza e lavoro: 5 seminari ad Umbriafiere

Dal 9 al 12 febbraio 2012, ci saranno una serie di incontri che la Regione Umbria ha organizzato per parlare di sicurezza sul posto di lavoro

Regione Umbria

I temi legati alla prevenzione ed alla sicurezza sul lavoro con particolare riferimento ai cantieri pubblici saranno al centro di una serie di cinque incontri che la Regione dell’Umbria organizza all’interno di Expo Emergenze, la prima grande rassegna con cadenza biennale, dedicata alla sicurezza, alle emergenze ed alla prevenzione in ambito di calamità, che si svolgerà ad Umbriafiere di Bastia Umbra dal 9 al 12 febbraio.

La scelta della Giunta regionale dell'Umbria, ha affermato l’assessore Stefano Vinti, è stata quella di promuovere all’interno dell’evento fieristico precise competenze e metodi per la tutela della vita delle persone in ogni situazione sia ordinaria che straordinaria. E’ convinzione condivisa infatti che nell’esprimere il concetto della tutela della vita, l’Umbria deve percorrere la strada dell’affermazione e della condivisione di una cultura della sicurezza che divenga parte integrante non solo dell’attività lavorativa, ma che coinvolga soprattutto il cittadino sotto ogni aspetto delle attività che pone in essere dentro e fuori la propria famiglia.

L’attività della Regione in questi ultimi anni si è concentrata soprattutto sull'innalzamento del livello  culturale della società umbra in tema di sicurezza ed emersione del lavoro irregolare e sul sostegno al dialogo tra le istituzioni. E questo percorso politico culturale, conclude Vinti, si affianca benissimo al percorso espositivo della manifestazione che presenterà prodotti di aziende, italiane e straniere, leader in termini di avanzamento tecnologico”.

Sabato 12 febbraio sarà il giorno dedicato alla Sicurezza sul lavoro e la mattina si aprirà con il Convegno “Sicurezza, legalità e trasparenza: un passo avanti insieme che vedrà confrontarsi sulle politiche della sicurezza sul lavoro esperti nazionali del Ministero del lavoro, della Direzione del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, della Presidenza del consiglio dei Ministri, del sindacato, e delle professioni a seguire nel pomeriggio alle 15,00 il seminario Lavori in quota: il Cammino verso una legge regionale che sarà occasione di confronto e riflessione con i soggetti che hanno partecipato alla stesura delle “Linee di indirizzo per la prevenzione delle cadute dall’alto” e con i tecnici e gli operatori del settore che sono chiamati ad attuarle.

Le cadute dall’alto rimangono tristemente una delle principali cause di morte sul lavoro. Alle 16,00 il seminario La gestione della sicurezza “I casi concreti”, finalmente andremo a vedere come si attuano norme e buone prassi. Dal caso Enel al cantiere della Quadrilatero uno dei più grandi e complessi cantieri presenti in Umbria fino ad arrivare alla esperienza maturata per la ristrutturazione della sede regionale del “Broletto”, un cantiere ordinario in situazioni straordinarie.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento