Nelle mire dei balordi il casolare del principe di Savoia: danni anche agli olivi di un'azienda

Emanuele Filiberto di Savoia ha acquistato una casa nelle campagne di Umbertide circa dieci anni fa: un incendio doloso ha danneggiato parte del cancello

Una vera e propria azione vandalica, quella avvenuta nelle campagne di Umbertide: ad essere stato preso di mira, il casolare del principe Emanuele Filiberto di Savoia, ed un oliveto di proprietà di un'azienda. In particolare, è stato danneggiato il cancello della tenuta della famiglia Savoia, a causa di un incendio doloso.

Atto vandalico in centro storico: scritte colorate su muri, garage e portoni

 Il principe, circa dieci anni fa, ha acquistato  un antico casale circondato da un terreno agricolo con viti e ulivi, successivamente ristrutturato dalla famiglia per trascorrere qualche periodo nella quiete della campagna umbra. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall’oliveto di una azienda sono invece state strappate alcune piante, poi abbandonate sul terreno; episodio denunciato ai carabinieri di Umbertide. La notizia è stata riportata da La Nazione Umbria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento