Ex Fcu, il grande lavoro di restyling al via, apre il primo cantiere: la tratta e i tempi previsti

Primo cantiere al via per l'ammodernamento e la messa in sicurezza della Ferrovia Centrale Umbra

Tra polemiche e buoni propositi - come quello di rendere più efficiente e moderno il sistema  ferroviario in Umbria -  è partito oggi il primo cantiere per l’importante restyling dell’ex Fcu. Lavori questi, che permetteranno l’ammodernamento e la messa in sicurezza della Ferrovia Centrale Umbra a partire da oggi, con il cantiere al via sulla tratta Umbertide – Città di Castello.

I numeri Tremila tonnellate di rotaie, 40mila traverse per un peso complessivo di 12mila tonnellate, 46mila metri cubi di pietrisco: è questo il materiale per necessario per il primo dei cantieri. In occasione dell’avvio dei lavori, stamattina alla stazione di Umbertide si è svolta una visita guidata al cantiere alla quale hanno preso parte gli assessori regionali Giuseppe Chianella e Fernanda Cecchini, i sindaci Luciano Bacchetta (Città di Castello), Marco Locchi (Umbertide) e Paolo Fratini (San Giustino), il vicesindaco di Sansepolcro Luca Galli, il direttore territoriale di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana- Gruppo Ferrovie dello Stato) Stefano Morellina e alcuni rappresentanti di Salcef Group, aggiudicataria dei lavori.

  “Queste prime due o tre settimane – ha spiegato l’ingegner Morellina illustrando i lavori, dall’avvio della fase ‘zero’ – verranno dedicate all’approvvigionamento del materiale e alla preparazione. Si procederà poi allo smontaggio del vecchio binario, sui circa 24 chilometri fra le due stazioni, e alla sua ricostruzione per poter permettere a far tornare a circolarvi i treni in primavera”.

 “Oggi è una giornata positiva: si stanno allestendo le basi logistiche a Umbertide e Trestina – ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Giuseppe Chianella – e i lavori verranno realizzati secondo il cronoprogramma che ci siamo dati, nel rispetto degli impegni. Da tempo stiamo infatti lavorando, insieme ad Rfi e Umbria Mobilità, con l’obiettivo di rendere efficiente e sicura questa infrastruttura ferroviaria e creare le condizioni per la sua inclusione nel perimetro dell’infrastruttura ferroviaria nazionale”.

 “Come avevamo annunciato – ha aggiunto - a metà settembre partono i lavori sulla tratta nord, con un investimento di circa 18,2 milioni, parte dei 51 milioni di euro che verranno investiti in base all’accordo sottoscritto nel giugno scorso tra Regione Umbria, Umbria Mobilità e Rfi. Inoltre, Umbria Mobilità ci ha comunicato di aver chiesto venerdì scorso tutta la documentazione necessaria per la stipula del contratto all’impresa che si è aggiudicata l’appalto per un altro intervento strategico quale è quello del raddoppio selettivo e della rielettrificazione della tratta fra Ponte San Giovanni e Perugia Sant’Anna.

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Sigaretta addio: come smettere di fumare e perché conviene farlo

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Il Ministero dei Beni Culturali assume, 1052 posti di lavoro: il bando del concorsone

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento