VIDEO Confermato alla guida di Fisacat Cisl, Valerio Natili. "Due anni da incubo, ma su turismo: bene la promozione e i progetti Pnrr"

Un congresso di ripartenza, dopo due anni di pandemia che hanno profondamente cambiato il settore del terziario e dei servizi socio assistenziali, in un periodo particolarmente difficile, caratterizzato da un contesto internazionale particolarmente complesso. Questo il filo conduttore del III congresso regionale della Fisascat (Federazione italiana sindacati addetti ai servizi commerciali, affini e del turismo) della Cisl, a cui sono intervenuti Davide Guarini, segretario generale Fisascat e Angelo Manzotti, segretario generale Cisl Umbria. A valle dei lavori del congresso, Valerio Natilli confermato segretario della Fisascat dell’Umbria dal consiglio generale del’Umbria. Ad assisterlo confermata la segreteria uscente con Rachele Rotoni e Simona Gola.

Quanto alle prospettive dell’Umbria e dei settori Fisascat, Natili ha individuato la priorità: il turismo. “Si tratta di un settore, che tranne nella stagione estiva, ha visto un crollo verticale delle presenze per gli ultimi due anni. Bene la promozione finalmente al livello delle attese. Altrettanto positive sono le risorse destinate dal Pnrr alla valorizzazione degli attrattori culturali dell’Umbria, da quelli culturali ai parchi, ciclovie e sentieri, il Lago Trasimeno, i Borghi, la rete impiantistica sportiva e il distretto delle arti. Proprio il comparto sportivo potrebbe esaltare la dimensione verde dell’Umbria”.

“Il commercio – ha proseguito Natili – ha visto la contrazione di quello al dettaglio, il mantenimento della situazione della grande distribuzione e l’affermazione del commercio online. Sul fronte socio sanitario assistenziale, soprattutto alla luce del Covid, le richieste di servizi sono aumentate. Difficile però tutelare a livello sindacale il rapporto del socio lavoratore. In questo momento molte cooperative umbre sono in difficoltà a causa dell’ingresso in regione di operatori esterni in alcuni casi ben strutturati, in altri con bandi pessimi che hanno portato soggetti inaffidabili”.


 

Si parla di

Video popolari

PerugiaToday è in caricamento