Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO Città di Castello, Babbo Natale in canoa lungo il Tevere

 

Puntuale, ormai da 40 anni, Babbo Natale è sceso a colpi di pagaia fra le sponde del fiume Tevere: una cornice di pubblico, in prevalenza famiglie con bambini al seguito, turisti, davvero imponente. Spettacolo unico “mozzafiato” a Città di Castello in provincia di Perugia  per festeggiare il Natale in maniera davvero originale.

Venticinque “Santa Claus” vestiti di tutto punto con tanto di barba bianca cappello e divisa rossa d’ordinanza hanno solcato nel pomeriggio le acque del fiume Tevere all’altezza del Ponte che attraversa la città in prossimità della sede del pluridecorato Canoa Club Città di Castello (dei campioni del mondo Mirko Spelli e Carlo Mercati) che da quasi 40 anni organizza questo evento straordinario e ricco di fascino per la gioia di grandi e soprattutto dei più piccoli.

Luci, fuochi e fiaccole precedute da una discesa mattutina preparatoria della memorabile giornata caratterizzata da condizioni meteo favorevoli dopo i temporali e allagamenti dei giorni scorsi. E così nel pomeriggio canoe illuminate dalle torce, decine di candele di cera lungo il percorso fluviale, altri piccoli lumi trasportati dalla corrente sulle note di canzoni e brani natalizi e il commento puntuale dello speaker, Francesco Izzo, che ha scandito i vari momenti della giornata.  E poi fuochi in prossimità delle sponde per riscaldare i numerosi turisti e visitatori che hanno deciso di prendere parte a questa manifestazione dopo il tradizionale pranzo di Natale.

Appena è scesa l’oscurità i canoisti, travestiti da Babbo Natale hanno iniziato a percorrere le acque del fiume, per circa 800 metri a bordo delle loro canoe, in una cornice davvero scenografica, con il presepe pensile illuminato e i fuochi d’artificio a rendere ancora memorabile ed unica in Italia (senza dubbio la prima in assoluto) che dal 1981, da 39 anni, per volontà dell’allora Presidente del Canoa Club Città di Castello, Giancarlo Gildoni e di tutto il consiglio direttivo si tramanda ancora oggi all’insegna di tante presenze di cittadini e turisti. Qualcuno si è fermato sopra il ponte del Tevere, tanti lungo le sponde. Un vero e proprio bagno di folla per l'edizione 2019. Vin brulè, panettone, pandoro, caramelle, dolci e soprattutto tanti giocattoli per la gioia dei bambini hanno caratterizzato il contorno della kermesse che il Presidente del Canoa Club Città di Castello, Sandro Paoloni ha definito, “un evento che ormai è un appuntamento stabile per tutti e non solo e che grazie al comune di Città di Castello che ci sostiene sempre vorremmo rilanciare anche in versione turistica e di promozione del territorio, delle tradizioni locali.”

Il sindaco, Luciano Bacchetta, a nome di tutta la giunta ha rinnovato ancora una volta, agli organizzatori e ai numerosi volontari che proprio il giorno Natale si dedicano ormai da quasi 40 anni ad allestire questa unica e sempre coinvolgente manifestazione, “i più sentiti ringraziamenti e attestati di stima nella consapevolezza di lavorare in sinergia anche per il futuro per valorizzare e potenziare ulteriormente questa iniziativa che travalica i confini regionali.”

Potrebbe Interessarti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento