rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Volley

Volley Champions League, Fenerbahce-Perugia 0-3: Sir Safety più forte dell'emergenza Covid

Senza i due liberi Colaci e Piccinelli, Ricci, Solé e con Giannelli recuperato in extremis i bianconeri di Grbic vincono anche in Turchia e restano primi a punteggio pieno nel Gruppo E

Cuore caldo e testa fredda. Decimata dal Covid e in piena emergenza (senza i due liberi Colaci e Piccinelli, Ricci, Solé e con Giannelli recuperato in extremis) la Sir Safety Perugia ha centrato una piccola grande impresa in Turchia, superando a domicilio il Fenerbahce (0-3) e vincendo così la terza partita nel Gruppo E della Champions League di Volley che li vede primi a punteggio pieno (già battuti in precedenza Trento in casa e poi i francesi del Cannes in trasferta).

IL TABELLINO

Un successo pesante ottenuto in una gara combattuta e sofferta, che ha visto però i bianconeri di coach Grbic conservare la lucidità nei momenti topici dei primi due set, vinti entrambi ai vantaggi (26-24 e 27-25). Stesso copione nel terzo parziale, con una lotta serrata che alla fine ha visto Perugia spuntarla in 'volata' (25-22). Più forte della sfortuna che, sotto forma di infortunio alla coscia sinistra, toglie dal match anche Russo nelle fasi iniziali del secondo parziale. Più forte delle difficoltà di dover giocare senza praticamente cambi e con giocatori fuori ruolo come Plotnytskyi in campo come libero e Ter Horst addirittura come centrale. Più forte anche dell’avversario, un buon Fenerbahce che se la gioca a viso aperto, ma che, nei palloni caldi dei tre parziali disputati, deve cedere al maggiore tasso tecnico della Sir. 

Volley Champions League, orgoglio Plotnytskyi: "Sir Safety Perugia squadra vera"

Tre set tutti molto equilibrati, con i bianconeri che pagano qualcosa nei meccanismi di gioco evidentemente poco rodati, ma che non perdono mai la bussola e l’unità di squadra. Travica si affida spesso a Leon e Rychlicki. Il cubano ne mette 22 con 3 ace ed il 68% in attacco, il lussemburghese gioca in crescendo e chiude con 11 punti di cui 2 pesantissimi consecutivi che chiudono i vantaggi del secondo parziale. Anderson riceve da fenomeno e chiude palloni pesantissimi (suo l’ace che mette fine al primo set), Mengozzi (unico centrale di ruolo dal secondo set in poi) si fa sentire in primo tempo. Ma un plauso incredibile lo meritano Plotnytskyi e Ter Horst. Entrambi fuori ruolo, entrambi si sacrificano per la causa, entrambi portano un mattoncino importantissimo per la vittoria finale. Tutto questo per la soddisfazione di Nikola Grbic che è riuscito a trasmettere ai ragazzi il suo carattere di grande lottatore.

LA CRONACA 'LIVE' SET PER SET

FOTO Volley Champions League, Fenerbahce-Perugia 0-3: il film della partita

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Champions League, Fenerbahce-Perugia 0-3: Sir Safety più forte dell'emergenza Covid

PerugiaToday è in caricamento