rotate-mobile
Volley Pian di Massiano

Superlega, la Sir sceglie Zoppellari come vice Giannelli

Arriva da Padova il sostituto di Ropret, che gioisce: "Arrivare qui è come essere chiamato dal Real Madrid. Impossibile da rifiutare"

Mancava un tassello nella costruzione della Sir Susa Vim Perugia che nella prossima stagione dovrà difendere il tricolore e andare all'assalto della Champions League ed è stato prontamente colmato.

Ad ereditare il posto di Ropret sarà dunque Francesco Zoppellari, che è stato scelto dalla società di patron Gino Sirci per ricoprire il ruolo di vice Giannelli.

Ventisette anni tra dieci giorni, 185 cm di bella tecnica al palleggio, velocità di uscita della palla e buona visione di gioco. Questo l’identikit di Zoppellari, nato e cresciuto nella fiorente “cantera” di Padova e subito protagonista con le varie nazionali giovanili. A seguire quattro stagioni in serie A2 importantissime per la crescita in campo equamente divise tra Club Italia, Civita Castellana, Spoleto e Lagonegro, un anno nella serie A del Belgio al Lindemans Aalst poi il ritorno a Padova in Superlega dove Zoppellari ha vissuto le ultime tre stagioni sempre pronto e decisivo ogni volta che è stato chiamato in causa.

L'ingaggio del giocatore, che ha vinto nel 2018 la Coppa Italia di A2 con Civita Castellana proprio nello stesso giorno in cui i Block Devils conquistarono per la prima volta quella dei "grandi" (un segno nel destino forse), è stato ufficializzato oggi e presto sarà a disposizione del coach Angelo Lorenzetti.

Le prime parole in bianconero

Il neo bianconero spiega subito i perchè di un salto in avanti importante: "Il motivo che mi ha spinto a lasciare Padova è semplicemente che quando arriva l’opportunità di giocare a Perugia, che è come dire ad un calciatore di andare a giocare nel Real Madrid, arriva una opportunità che bisogna prendere al volo. Infatti non ci ho pensato più di un secondo ed ho subito accettato. Perugia rappresenta il top della pallavolo italiana degli ultimi 10 anni. L’ho affrontata tante volte, ho affrontato sempre una squadra piena di campioni come sarà quella del prossimo anno. Ed ogni volta a Perugia, nel palazzetto di Perugia, ho respirato una atmosfera unica. Il calore dei tifosi, il rumore dei tifosi… l’ho provato solo da avversario e sinceramente sono molto gasato ed emozionato di poter far parte della squadra la prossima stagione".

Davanti ci sarà un mostro sacro da cui apprendere molto: "Sarà un onore per me. Se Perugia ha fatto la storia negli ultimi 10 anni, lo stesso si può dire di Simone perché da 10 anni calca i palcoscenici più importanti e sta cambiando oggettivamente le regole del gioco per il ruolo del palleggiatore".

Sugli obbiettivi personali: "Io sono a completa disposizione della squadra, dello staff e della società. Sono così come persona, lo sarò sicuramente anche l’anno prossimo e farò il massimo per aiutare la squadra. Questi sono i miei obiettivi personali perché la cosa principale sarà raggiungere gli obiettivi di squadra".

Infine: "Sarò soddisfatto se di squadra riusciremo a toglierci grandi soddisfazioni tutti insieme con la società e la città". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superlega, la Sir sceglie Zoppellari come vice Giannelli

PerugiaToday è in caricamento