rotate-mobile
Volley Pian di Massiano

Superlega, la Sir Susa Vim Perugia annuncia il colpo Ishikawa

Sarà il classe 1995 giapponese a sostituire Leon in posto quattro. L'accordo sarà valido per le prossime due stagioni

Il dado era tratto da settimane e serviva soltanto l'ufficialità per annunciare quello che è stato designato come sostituto di Wilfredo Leon, che dopo 6 anni ha lasciato la Sir Susa Vim Perugia dopo tante vittorie indimenticabili.

Poco fa è arrivata anche quella: a sostituire in posto quattro il fuoriclasse caraibico sarà Yuki Ishikawa, che indosserà la maglia dei Block Devils per le prossime due stagioni.

Classe 1995 e 193 cm di altezza, per il giocatore giapponese sarà la sesta esperienza in Italia dopo Modena (2014-15), Latina (2016-18), Siena (2018-19), Padova (2019-20) ed infine Milano (2020-24), con cui ha trovato la consacrazione definitiva. In mezzo la militanza in patria nel Chūō Daigaku. 

Capitano e leader indiscusso della propria nazionale, annunciata tra le protagoniste delle prossime olimpiadi, Ishikawa tornerà a lavorare con Angelo Lorenzetti dieci anni dopo la stagione di Modena, in cui pur avendo soltanto 19 anni si è tolto lo sfizio di vincere una Coppa Italia. 

Le prime impressioni

Direttamente dal Giappone, dove è in ritiro con la selezione del suo Paese, Ishikawa si presenta così: "Perché Perugia? Perché è una squadra fortissima che quest’anno ha vinto tutto. Ho pensato che Perugia fosse la squadra perfetta per me, desideravo venire qui ed ho scelto di vestire la maglia di questo grandissimo club".

I Block Devils sono stati un avversario quasi abituale per Milano, l'ultima squadra in cui ha militato il neo bianconero prima del suo trasferimento in Umbria: "Arrivo in una squadra che gioca molto bene con grande costanza e che ha in rosa tutti giocatori molto forti. Ci ho giocato contro spesso e ci hanno sempre messo in difficoltà. Ritrovo Angelo Lorenzetti che è un grande allenatore. Quando sono arrivato in Italia la prima volta a Modena avevo 19 anni e l’ho avuto come allenatore. Sono molto contento di giocare ancora nella sua squadra, vorrei fargli vedere che sono cresciuto tanto qui in Italia da quando avevo 19 anni".

Infine un pensiero sul campionato che si andrà ad affrontare e sui suoi nuovi tifosi: "Il campionato italiano è sempre molto difficile, vincere è dura. È certamente il campionato migliore del mondo, il livello è altissimo, tutte le squadre sono forti e ci sono tanti grandi giocatori. Il pubblico del PalaBarton? Da avversario ho sempre fatto fatica anche se alcune volte sono riuscito a vincere. Si sentiva sempre un pubblico caloroso ed un grande tifo non solo a Perugia ma anche fuori casa. Dalla prossima stagione li avrò al mio fianco, sono molto contento, mi daranno energia, fiducia ed emozione. Non vedo ora di giocare il prossimo anno al PalaBarton insieme a questi tifosi. Un messaggio per loro? Ci vediamo presto!". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superlega, la Sir Susa Vim Perugia annuncia il colpo Ishikawa

PerugiaToday è in caricamento