rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Volley

Bartoccini Fortinfissi Perugia, finalmente l'orgoglio! Delta Despar Trentino travolta e balzo significativo in classifica

Le magliette nere ritrovano la grinta dei tempi migliori e chiudono la pratica in meno di un'ora e mezza. Havelkova e compagne risalgono al decimo posto

Era attesa ad una reazione di orgoglio contro un'altra delle dirette concorrenti per la salvezza e reazione d'orgoglio è stata. La Delta Despar Trentino nulla ha potuto contro la determinazione e la concretezza di un'Anastasia Guerra sempre più imprescindibile per questa squadra (20 volte a segno e scontatamente MVP della partita) e alla fine è venuto fuori uno 0-3 che parla da solo (18-25, 21-25, 19-25). Le magliette nere, risolvendo la pratica in meno di un'ora e mezza, possono lasciare l'ultimo posto e compiere un balzo significativo in classifica stante la sconfitta netta di Vallefoglia a Casalmaggiore (ora sono decime, in attesa delle partite da disputarsi domani). Coach Cristofani può essere così soddisfatto per aver visto i frutti del duro lavoro settimanale e allontana così le voci che lo vedevano pronto ad essere sostituito. 

LA PARTITA - Si parte con un certo equilibrio fino al 10 pari, poi Nwakalor (schierata dall'inizio) e Diouf fanno capire chi è che vuole avere ragione in questa partita. Trento tenta di rientrare con un ace di Berti, ma il time out richiesto da Cristofani fa bene alle sue ragazze, che aumentano progressivamente il margine con Guerra (17-24). Piva sbaglia dai nove metri e Perugia passa in vantaggio. 

Si parte bene anche nel secondo parziale (5-8) ma le trentine non sono le tipe da arrendersi prima del tempo. Sul 17-18 il coach sospende il gioco e dà modo a Perugia di riorganizzarsi e tornare sul +3. Sul 19-23 sembra fatta, ma un altro mini break consiglia a Cristofani a chiedere il secondo time out (21-23). Niente paura nemmeno stavolta: Bongaerts respinge a muro l'attacco di Piva ed è 2-0.

Si riprende con Trento che cerca di sparare le ultime cartucce a sua disposizione (8-8). La parità tuttavia persisterà fino a metà set (14-14), ma il colpo del 14-16 di Diouf smonterà psicologicamente le avversarie, che commetteranno errori su errori ed il divario diventerà pressochè incolmabile. C'è solo da chiudere il discorso: il 19-25 è realtà per via dell'invasione di Raskie. Finisce dunque 3-0 e Perugia può respirare dopo settimane di apnea. 

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI - La migliore in campo Anastasia Guerra fotografa così il trionfo del PalaTrento: "Per noi era importantissima questa partita perché avevamo bisogno di riscattarci dopo due gare che ci avevano lasciato l’amaro in bocca, sono fiera però ed orgogliosa della mia squadra perché durante la settimana abbiamo lavorato molto duramente".

Essenziale anche il contributo di Linda Nwakalor: "Siamo partite molto bene, siamo state cariche e sicure dei nostri mezzi sin da subito e si è vista la differenza, sul finale abbiamo dato accenni di calo ma siamo state brave  a riprenderci ed a tornare sopra con il punteggio per poi portare a casa il risultato pieno, sono molto contenta. Sono sicura che per noi questo sarà l’inizio di una serie di vittorie, stiamo lavorando molto in allenamento ad un grande livello ed i colpi di oggi lo hanno dimostrato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bartoccini Fortinfissi Perugia, finalmente l'orgoglio! Delta Despar Trentino travolta e balzo significativo in classifica

PerugiaToday è in caricamento