rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Volley

La Bartoccini Fortinfissi Perugia se la gioca per larghi tratti con la Vero Volley Monza ma alla fine deve cedere nettamente

Grosso rammarico per quanto avvenuto nel terzo set, con due palle buone sprecate. Domenica a Cuneo match chiave

È durata giusto un set l'illusione degli sportivi perugini di poter centrare una prestigiosa doppietta, tra Sir Safety Conad Perugia e Bartoccini Fortinfissi Perugia, contro la Vero Volley Monza. Il tutto nello spazio di ventiquattro ore. Non che le ragazze di Luca Cristofani non ci abbiano provato: a tal proposito rimane il rimpianto per non essersi aggiudicate il terzo parziale nonostante ne avessero avuto la possibilità. Le brianzoli ne hanno approfittato per quel che bastava per portare a casa la posta piena (1-3 il risultato finale con i seguenti parziali: 30-28, 17-25, 26-28 e 14-25) proseguire nel momento positivo che dura oramai da diverse settimane tirando fuori la propria forza nei momenti decisivi. Le umbre ora dovranno riorganizzarsi in fretta: domenica prossima c'è lo scontro diretto a Cuneo, che potrebbe essere determinante in chiave salvezza. Sarà rigorosamente vietato fallire. 

LE CIFRE - Perugia come detto ha lottato, ma alla fine le differenze sono sotto gli occhi di tutti. Le lombarde hanno vinto la sfida soprattutto a muro, prevalendo 14 a 8. La ricezione, un po' incerta all'inizio, è stata tarata bene (59% vs 43%). Le padrone di casa si sono avvicinate invece al servizio (4 vs 6) e in attacco (42% vs 35%) sbagliando meno però (12 errori a 13). Alessia Orro, 22 punti di cui 2 in battuta e 1 a muro con il 66% di efficacia in fase offensiva, è risultata la migliore in campo. 

LA GARA - Irma Sirressi non ce la fa; il libero scelto da Cristofani è Claudia Provaroni. L'inizio vede un continuo botta e risposta tra le due squadre e successivamente da qualche errore in attacco di troppo. Ne commette di più Monza, soprattutto con Van Hecke (8-5). Ben presto però il potenziale monzese esce fuori e Stysiak rimedia subito (9-9). Perugia però ha il merito di non mollare l'osso e riesce a controbattere a tutte le iniziative avversarie, fino a quando Van Hecke non trova il 22-24. Le due palle set vengono però annullate con l'errore di Candi che significa vantaggi (24-24). Palpitanti gli attimi di gioco: l'ace di Diop consente alle magliette nere di vincere il primo set.

Monza inizia ad alzare i ritmi e la ricezione perugina fatica a contenere Magdalena Stysiak (1-4). La reazione delle Black Angels porta la firma di Diouf, che stoppa a muro Van Hecke (8-9). Fuoco di paglia perché le brianzoli riescono ad esprimere tutto il loro potenziale riprendendo a martellare sempre con Stysiak e Orro (9-14). Non c'è più margine di recupero e chiude un muro dell'opposto polacco ai danni di Diouf per un chiaro 17-25.

Inerzia a favore delle rosablú anche in avvio di quarto set: Zakcaiou e Van Hecke mettono giù palloni pesanti (3-7). L'ace di Danesi sembra indirizzare il gioco (12-16) ma Perugia, nonostante debba fare a meno temporaneamente di Anastasia Guerra per un problema al ginocchio poi risolto in corso d'opera, ci mette l'orgoglio con Havelkova e Melandri (17-18). La neo entrata Melli si fa trovare subito pronta è sigla un importante vantaggio (22-21). Le magliette nere hanno il match point (26-25), ma Havelkova prima e Diouf poi sprecano. Monza può operare così il sorpasso (26-28).

Le ragazze di Gaspari vogliono chiudere senza rischiare code spiacevoli: il turno al servizio di Orro scava subito un solco importante (1-5). Perugia, evidentemente demoralizzata, scompare letteralmente dal campo e lo svantaggio aumenta a livelli esponenziali. Zakcaiou regala dieci palle set: il mani out di Lazovic pone fine alle ostilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bartoccini Fortinfissi Perugia se la gioca per larghi tratti con la Vero Volley Monza ma alla fine deve cedere nettamente

PerugiaToday è in caricamento